ASCOLTI TV/ La Grande Bellezza trionfa con il 36.11% di share. 4 marzo 2014

- La Redazione

Su Canale 5 la prima tv del film “La Grande Bellezza” ha raccolto davanti al video ben 8.861.000 telespettatori pari al 36.11% di share, con 21.548.000 contatti

grandebellezza_servilloR439
Toni Servillo ne "La grande bellezza" di P. Sorrentino (Immagine d'archivio)

La serata televisiva di ieri ha visto, e sarebbe stato sorprendente il contrario, la netta affermazione di Canale 5. Come tutti sanno, la rete ha giocato quello senza dubbio definibile come l’asso nella manica: la messa in onda, in prima visione assoluta e in grandissimo anticipo rispetto ai normali “tempi” televisivi, de “La grande bellezza”. Con questa mossa Canale 5 ha nettamente battuto la concorrenza, come si vedrà dai dati che tra poco andremo ad esporre. Rai Uno ha comunque ottenuto un non disprezzabile risultato di pubblico grazie a “Il giudice meschino”, di cui i telespettatori hanno potuto apprezzare la seconda parte. Tra le altre emittenti, da segnalare la vittoria di misura di Italia Uno, la quale ha avuto la meglio di pochissimo, in termini di telespettatori, sulla terza rete Rai. Ma quanti sono gli italiani che hanno approfittato del regalo di Canale 5? Andiamo a vedere insieme questi e tutti gli altri numeri della serata. Jep Gambardella e le sue riflessioni in una Roma struggente e annichilente hanno coinvolto ben 8 milioni e 861 mila telespettatori, catturando uno share altissimo: parliamo infatti di un 36,11%. Nonostante la sconfitta per mano di Toni Servillo, 5 milioni e 580 mila tv sintonizzate su Rai Uno e un 19,86% di share per Luca Zingaretti sono un risultato di cui la prima rete può essere soddisfatta. Tra le altre reti spicca l’affermazione di Italia 1, capace di prendersi una fetta della platea televisiva di ieri sera corrispondete a 2 milioni e 138 mila unità, per uno share del 7,4%: il tutto grazie ad un film, “I fantastici 4 e Silver Surfer”, che sicuramente non passerà alla storia, ma che è stato sufficiente per vincere il confronto con le reti diverse da quelle cosiddette “ammiraglia”.”Medaglia di legno”, volendo usare un gergo sportivo, per Giovanni Floris e il suo “Ballarò”. Ma se è vero che il programma è stato visto da 2 milioni e 120 mila italiani, risultando battuto per un soffio da Italia Uno, Rai Tre si può consolare per lo share: un 7,74% di tutto rispetto. Rete 4 ha trasmesso per l’ennesima volta un film della serie di Don Camillo. A guardare i risultati, non si può che affermare che chi dirige la rete ha la ragione dalla sua parte. 1 milione e 364 mila italiani per un 5,18% di share, è un ottimo risultato per una pellicola datata come “Don Camillo monsignore ma non troppo”. In coda alla classifica di ieri sera troviamo Rai Due, che con “Unici – Lucio Dalla… a modo mio”, programma dedicato al compianto artista, ha racimolato solo 897 mila fedelissimi ed uno share del 3,28%, e La 7. Con 199 mila telespettatori ed uno share dello 0.69%, la rete di Cairo è stata quella che ha dato vita alla performance meno buona in termini di ascolti. Forse non era la serata adatta per il film per la tv “Natale coi fiocchi”; con Silvio Orlando.

Uscita dal “prime time”, come appurato, nettamente battuta, Rai Uno si è parzialmente consolata con il risultato della seconda serata. 1 milione e 282 mila coloro che hanno optato per “Porta a Porta”, capace di toccare un 11,92% di share. Tutte le reti Mediaset hanno scelto di dedicare questa fascia oraria alla settima arte. Italia Uno è stata la più vista (e seconda nella graduatoria assoluta) grazie a “Hulk”. La pellicola è stata la prescelta da 965 mila italiani, per uno share del 7,89%. Subito dietro Canale 5, che ha scelto di affidarsi a un altro film di Sorrentino. “This is must be the place” ha raccolto uno share altissimo, pari al 13,86%, e una parte della platea di telespettatori corrispondente a 807 mila unità. Il resto della classifica vede Rai Tre, che con “Gazebo” ha battuto Rete 4, che ha puntato su De Niro in “Prima di mezzanotte”, e infine Rai Due e La 7. La terza rete è stata scelta da 769 mila persone ed è arrivata ad uno share del 4,75%: un risultato sufficiente per avere la meglio sulla sua diretta concorrente, che grazie all’attore americano si è aggiudicata 334 mila spettatori e uno share del 4,44%. In chiusura troviamo Rai Due, che con “2Next – Economia e futuro” si è dovuta accontentare di 260 mila fedelissimi, con share del 2,53%, e La 7, che con “Tg La7 Night Desk” ha fatto peggio di tutti, aggiudicandosi l’attenzione di 66 mila italiani e uno 0,84% di share.

E chi ha vinto nella fascia oraria che ci accompagna verso la prima serata? In altri termini, chi ha vinto, per usare un termine consono alla serata con Sorrentino, la statuetta dell’”access prime time”? Non c’è da rimanere sorpresi, nell’apprendere che ha vinto Canale 5. Il merito è da ricercare, in parte, nel fatto che chi voleva vedere il film di Sorrentino si è sintonizzato prima per non perderne nemmeno un minuto. E’anche grazie a questo che “Striscia la Notizia” è stata in grado di portarsi a casa 7 milioni e 116 mila italiani, per uno share del 24,41%. Rai Uno, almeno per ieri, è uscita battuta, anche in modo abbastanza netto. “Affari Tuoi” ha calmierato l’attenzione di 5 milioni e 979 mila telespettatori, pari ad uno share del 20,59%. La carrellata degli ascolti prosegue quindi con Rai Tre, che con “Un posto al sole” ha portato al proprio “mulino” un numero di italiani pari a 2 milioni e 288 mila. 1 milione e 314 mila sono coloro che hanno invece scelto “Tempesta d’amore” e, conseguentemente, la terza rete Mediaset. La vittoria di Rai Tre è avvenuta anche in termini di share: 8,01% contro 4,51%. Tra le due soap si è prepotentemente inserita La 7 che, con la puntata di “Otto e mezzo” ha sottratto alla concorrenza 1 milione e 557 mila telespettatori, attestandosi su un 5,42% di share. Chi è occupa l’ultimo posto? Italia 1, che comunque non è andata male in termini assoluti, visto che 1 milione e 420 mila tv sintonizzate sulla rete, per una puntata di “CSI: Scena del crimine”, non sono niente male. Il risultato, a cui va aggiunto il 5,04% di share, assume ancora più peso se pensiamo che l’episodio in questione era in replica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori