ASCOLTI TV/ Il ricordo di Nino Manfredi batte Il meglio di Amici 13 con il 18,73% di share. Sabato 7giugno 2014

- La Redazione

Con grande distacco il programma dedicato al decimo anniversario della morte di Nino Manfredi ha battuto il meglio di Amici 13, ecco tutti i dati relativi agli scolti di ieri sera

telecomando_R439
InfoPhoto

Con i primi caldi che si affacciano sulla stagione estiva, diventa sempre più caldo anche il palcoscenico dove le reti televisive si sfidano a colpi di numeri, quelli relativi agli ascolti maturati grazie alle loro trasmissioni.

Il ricordo di Nino Manfredi è stato il vincitore della serata di ieri. Rai Uno, infatti, in occasione del decimo anniversario della morte, ha omaggiato il compianto attore italiano con il film tv Una storia qualunque. Il pubblico che ha scelto di ricordare Nino insieme alla rete Rai ha contato 3.562.000 telespettatori, per uno share del 18,73%.

Nettamente inferiori sono stati i risultati riportati dalle altre reti, tanto che la seconda classificata, Canale 5, non è riuscita a raggiungere neppure i 2 milioni di telespettatori. Si è fermato, infatti, a 1.962.000 il pubblico che ha deciso di lasciarsi intrattenere dai migliori momenti del talent di Maria De Filippi, raccolti ne Il meglio di Amici 13. Lo share relativo è stato pari all’11,45%. A distanza di qualche migliaia di telespettatori, si è piazzata in terza posizione Rai Tre, con Ulisse – Il piacere della scoperta, condotto da Alberto Angela. Gli italiani interessati ai servizi culturali proposti durante il programma sono stati 1.912.000, per uno share del 9,83%.

E’ un’altra rete Rai ad aggiudicarsi il quinto posto. Su Rai Due, infatti, il film con Jake Gyllenhaal Source Code ha ottenuto 1.527.000 telespettatori, per uno share del 7,53%.

A seguire si è piazzata Italia 1, che ha trasmesso il film tv Space Warriors, con Thomas Horn. La pellicola del 2013 è stata vista da 1.352.000 telespettatori, registrando uno share netto del 6,57%.

Chiudono la classifica, nell’ordine, Rete 4 e La7. In Mediaset sono state trasmesse due puntate della serie The Mentalist, con Simon Baker e Robin Tunney. Gli episodi hanno ottenuto rispettivamente uno share del 4,11%, grazie a un pubblico di 848.000 telespettatori, e 4,43% di share, equivalente ad 847.000 telespettatori. 

La prima delle due puntate della serie Il commissario Maigret, intanto, trasmessa su La7, è stata vista da 583.000 telespettatori, per uno share del 2,93%.

La seconda serata non è stata altrettanto rosea per Rai Uno, che precipita in terza posizione, preceduta da Rai Due, in cima all’Olimpo televisivo della notte, e da Rete 4, che dal suo penultimo posto del prime time, sale rapidamente a conquistare l’argento.

Rai Uno, infatti, ha contato 811.000 telespettatori (10,22% di share) interessati al film ispirato all’omonimo romanzo di Valerio Massimo Manfreti, L’ultima legione, con Colin Firth, contro gli 845.000 che, al contrario, hanno preferito Rai Due. Con il 4,87% di share, infatti, sulla rete è andato in onda un episodio della serie tv Luther. Su Rete 4, intanto, la terza puntata della serie The Mentalist ha registrato un ascolto netto di 839.000 telespettatori, per uno share del 5,96%. Se nella prima parte della nottata l’emittente Mediaset ha prevalso anche sulla dura avversaria Rai Uno, non si può dire lo stesso per le ore più tarde, quando il numero di ascolti è precipitato trascinando Rete 4 in fondo alla classifica. Il film The Vanishing – Scomparsa, infatti, ha ottenuto 282.000 telespettatori, per uno share del 4,80%.

Subito dopo il podio troviamo Rai Tre e un appuntamento con il programma ideato e condotto da Roberta Petrelluzzi, Un giorno in Pretura. Il pubblico interessato alla trasmissione di approfondimento giornalistico più longeva di Rai Tre si è attestato sui 687.000 telespettatori, per uno share netto del 7,87%.

A seguire si è collocata Italia 1 e l’appuntamento con Chiambretti Supermarket. Lo show di Piero Chiambretti è stato visto da 447.000 telespettatori, per uno share del 3,23%.

Sono stati, intanto, 410.000 i telespettatori che si sono lasciati informare dall’appuntamento con Speciale Tg5, su Canale 5, appunto. Lo share relativo al giornale è stato del 7,73%.

A concludere la classifica, tralasciando il film di Rete 4, è stata ancora una volta La7. La seconda puntata de Il Commissario Maigret, infatti, è stata vista da 347.000 telespettatori, per uno share del 3,07%.

L’access prime time ha visto un faticoso testa a testa tra Rai Uno e Canale 5. A prevalere nel duello è stata la rete Rai, che ha trasmesso, in sostituzione ad Affari Tuoi, “in vacanza” per il periodo estivo, Techetechetè – Viva la gente. Gli sketch montati insieme a definire un unico grande lungometraggio, hanno divertito e, molto spesso, portato indietro nel tempo, 3.488.000 telespettatori, per uno share del 18,27%. Come già detto, si è accontentata della medaglia d’argento Canale 5. Striscia la notizia, infatti, condotta dalla coppia comica Ficarra e Picone, con la partecipazione delle due belle veline Ludovica e Irene, si è fermata, in quanto a numero di telespettatori, a 3.337.000, facendo segnare alla rete uno share del 17,43%.

In posizione immediatamente successiva e, quindi, sul terzo gradino del podio, si è piazzata La7, i cui risultati sono stati nettamente migliori rispetto alle altre fasce. Lilli Gruber e l’appuntamento con l’informazione divulgata dagli studi di Otto e mezzo sono riusciti a tener viva l’attenzione di 1.028.000 telespettatori, per uno share del 5,45%.

A concludere il gruppo dell’access prime time troviamo la duplice programmazione proposta da Rai Tre. La rete, infatti, ha trasmesso Storie Maledette, prima, e La Superstoria 2014, poi. Il primo, programma ideato e condotto da Franca Leosini, con le sue storie relative a persone comune diventate note agli italiani a causa di fatti di cronaca che li hanno visti coinvolti, ha interessato 629.000 telespettatori, per uno share del 3,91%. L’approfondimento storico de La Superstoria 2014, invece, grazie alla voce narrante di Andrea Salerno, ha ottenuto 597.000 telespettatori, per uno share del 3,28%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori