Le Iene show/ Diretta e servizi: inchiesta sull’omicidio di Willy Branchi

- Stella Dibenedetto

Le Iene Show, diretta e servizi 20 novembre 2018: inchiesta sull’omicidio di Willy Branchi, ucciso nel 1988 per il quale non ha ancora pagato nessuno.

Le Iene Show
Le Iene Show, Alessia Marcuzzi e Nicola Savino (Instagram, 2018)

Dopo l’appuntamento domenicale de Le Iene Show condotto da Nadia Toffa, Giulio Golia, Filippo Roma e Matteo Viviani che ha incollato davanti ai teleschermi 2.281.000 spettatori con il 12.4% di share, la trasmissione tornano in onda oggi, martedì 20 novembre, con una nuova puntata ricca di servizi forti ed emozionanti. Al timone dell’appuntamento settimanale con lo show più irriverente della televisione italiana ci sono Alessia Marcuzzi e Nicola Savino, affiancati dalla voce della Gialappa’s Band che, al termine della puntata, continuerà a fare compagnia al pubblico di Italia 1 con un nuovo appuntamento di Mai Dire Grande Fratello. Giorgio Gherarducci, Marco Santin e Carlo Taranto prenderanno di mira gli inquilini della casa più famosa d’Italia, sempre autori di clamorose gaffe.

LE IENE SHOW: L’OMICIDIO DI WILLY BRANCHI

Nella puntata odierna, Le Iene Show tornano ad occuparsi dell’omicidio di Vilfrido Luciano Branchi, detto Willy che, il 30 settembre 1998, fu ucciso a Goro (Ferrara). Dopo l’omicidio, il corpo fu abbandonato lungo del Po, a pochi chilometri di distanza dal paese. Per la morte di Willy non ha ancora pagato nessuno. Le indagini, all’epoca, si concetrarono su Valeriano Forzati, pluriomicida di Goro fuggito in Argentina. La sera in cui Willy perse la vita, infatti, fu visto in sua compagnia. Le autorità giudiziarie, però, non riuscirono a trovare prove certe per condannarlo. Il caso, così, fu archiviato e Forzati scagionato. A distanza di anni, però, le indagini sono state riaperte.

LA RIAPERTURA DEL CASO DI WILLY BRANCHI

Nel 2014, alcune testimonianze su una presunta relazione tra Willy e un uomo del paese, sposato con figli, hanno portato alla riapertura delle indagini. Willy sarebbe stato uccido per il rischio che la storia diventasse pubblica. Nel 2016, però, le autorità giudiziarie hanno chiesto l’archiviazione. La famiglia di Willy, però, si è opposta. Il Gip ha accolto tale richiesta ordinando indagini più approfondite mirate a scoprire un eventuale giro di pedofolia in cui sarebbero stati coinvolti alcuni giovani di Goro tra i quali Willy. La iena Antonino Monteleone, per saperne di più, si è recata a Goro per raccogliere le testimonianze di alcuni protagonisti della vicenda.







© RIPRODUZIONE RISERVATA