ROYAL BABY NATO, NOME TOP SECRET/ Ira tabloid su Meghan Markle

- Raffaele Graziano Flore

Royal Baby nato: ma è ancora mistero sul nome. Evento totalmente “top secret”: Meghan Markle ed Harry rompono ancora il “protocollo” reale di Buckingham Palace

Harry e Meghan, in una uscita pubblica
Meghan e Harry (LaPresse)

Il Royal Baby è nato, il totonome sul primogenito di Meghan Markle e Harry è già partito ma non mancano le polemiche. I tabloid britannici si sono scagliati contro la moglie del Principe: secondo le loro fonti anonime, il piccolo risulta essere stato fatto nascere in un ospedale di Londra, probabilmente il Portland Hospital. Un’indiscrezione non da poco: un parto standard costa tra le 15 e le 20 mila sterline. Non sono giunte conferme ufficiali, come evidenzia Il Messaggero, ma i due portali sono partiti all’attacco: il Sun ha pubblicato inoltre un approfondimento scritto e iconografico sulle differenze sociali tra i due genitori di baby Sussex, «nati in mondi separati e a 5.000 miglia di distanza». Un evento mondiale ma che non evita le polemiche e le baruffe social: attesi aggiornamenti nelle prossime ore sul nome del piccolo… (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

ROYAL BABY, IL NOME E’ TOP SECRET

Il tanto atteso Royal Baby è nato ma, come era prevedibile, resta avvolto dal mistero il lieto evento che ha visto il principe Harry e la sua compagna, Meghan Markle, diventare genitori. Secondo quanto si apprende, tutto sarebbe andato secondo i piani e il neonato, di cui non si sa ancora il nome e sul quale i tabloid britannici ma non solo si sono già scatenati, sta bene e peserebbe 3,3 chili. Tuttavia, a far discutere nelle ultime ore è il fatto che la coppia abbia reso il parto e tutto ciò che lo riguardava molto più top secret di quanto non fosse accaduto per le tre maternità di Kate Middleton: infatti, nella storia della Casa Reale britannica si è trattato di uno degli eventi più riservati di sempre, tanto che i duchi del Sussex hanno lasciato trapelare davvero poco e solo quanto era di loro gradimento. Un indizio su tutti: i media parlavano del travaglio della Markle quando già il Royal Baby era venuto al mondo da diverse ore, mentre a contribuire all’alone di mistero è anche il fatto che si parli ancora di nascita in casa, come avrebbe desiderato l’oramai ex attrice, quando invece il lieto evento ha avuto luogo in ospedale.

UN EVENTO “TOP SECRET” CHE ROMPE LA RITUALITA’

Insomma, tanti elementi che sembrano confarsi alla coppia formata da Harry e Meghan che, molto più di William e Kate, avrebbero dato una bella spallata ai tradizionali protocollo e ai cerimoniali di corte a Buckingham Palace: infatti l’annuncio della nascita del piccolo, un maschietto, è avvenuto attraverso un account Instagram nuovo di zecca (“It’s a boy!”), in linea con le esigenze dei social, ma col post che è stato pubblicato ben dodici ore dopo e che è stata “scavalcata” anche la prassi che voleva proprio davanti a Buckingham Palace il posizionamento di un cavalletto. Non va nemmeno dimenticato che, forse esagerando un tantino con l’ossessione della privacy, la contessa del Sussex è stata scortata da alcuni agenti speciali di Scotland Yard in ospedale (per poi fare un ritorno immediato al Frogmore Cottage in tutta segretezza) la scorsa domenica e il fatto che da Palazzo non si sia voluta commentare questa indiscrezione non fa altro che contribuire a rafforzarla. A proposito invece del nome del Royal Baby, per i bookmakers continuano ancora a essere in vantaggio Alexander e James, seguiti da Arthur ed Edward che nelle scorse settimane erano le opzioni più quotate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA