VITTORIO GRIGOLO/ Video: “La gavetta salva dalle disillusioni” (Amici 2019)

- Francesco Agostini

Vittorio Grigolo, potente tenore e giudice ad Amici 2019, fa il punto della situazione su Ricky Martin, il talento e la carriera.

vittorio grigolo amici maria de filippi
Vittorio Grigolo ad Amici

Tra le sorprese di questa edizione di Amici 2019 c’è sicuramente Vittorio Grigolo, giovane tenore che sta riscuotendo un grande successo presso il grande pubblico e che si sta rivelando una vera e propria sorpresa a tutti i livelli. Durante l’ultima puntata Vittorio Grigolo ha dovuto per forza di cosa lasciare più spazio e farsi da parte, visto che l’argomento principe della serata è stata senza ombra di dubbio la lite avvenuta tra Ricky Martin e Loredana Berté. Questo non significa, comunque, che non ci sia stato anche spazio per lui e per una entusiasmante sfida a quattro. Il quarantaduenne tenore, infatti, ha svolto un’interessante sfida (era la prima manche del serale) in cui gareggiava con Alberto contro Ricky Martin e Rafael; la tenzone, ha certamente avuto maggiore gusto visto che tra Vittorio Grigolo e il cantante portoricano le cose non sono sempre andate benissimo. Ma il tenore nostrano, come ha detto a Tv, Sorrisi e Canzoni, ci ha tenuto a smorzare la polemica nascente: “No, non ho nessun problema con Ricky Martin, lui è un grande artista. Mi diverto solo a punzecchiarlo un po’.”

VITTORIO GRIGOLO: “CI VUOLE LA GAVETTA”

Vittorio Grigolo, come tutti sanno, ha fatto la sua carriera (brillante) senza alcun aiuto da parte della televisione. Il suo volto, almeno fino a questa edizione di Amici 2019, era perlopiù sconosciuto al grande pubblico e solo gli appassionati di opera e di lirica potevano dire di conoscerlo davvero. Per gli altri era un perfetto sconosciuto. Al di là di questo, comunque, la sua presenza nel programma di Maria De Filippi si sta dimostrando fondamentale per via dei suoi discorsi intelligenti e della sua presenza scenica. Discorsi intelligenti che ribadisce anche nelle sue interviste: “La fama non corrisponde affatto al talento, questo deve essere chiaro. I followers su Instagram possono non esserci più da un momento all’altro. Io ho iniziato la mia carriera con teatri anche da cento persone e questo mi ha aiutato a coltivare la tenacia, soprattutto nei momenti brutti. E’ lì che deve uscire fuori e che ti deve aiutare a rialzarti. La gavetta salva dalle disillusioni, è assolutamente necessaria.”

COS’È LA “POPERA” DI VITTORIO GRIGOLO

Oltre alla sua partecipazione ad Amici 2019, Vittorio Grigolo è diventato famoso anche per via di quel genere misto di musica che ha chiamato, simpaticamente, ‘Popera’. L’unione dei due termini è piuttosto chiara: pop e opera, due generi musicali che, almeno all’apparenza, stridono parecchio e che invece il tenore ha saputo unire alla perfezione: “E’ un’esperienza bellissima, sono fiero di aver avuto il coraggio di contaminare. Ho portato l’opera in contesti strani come Malpensa oppure la stazione centrale di Zurigo. Ovviamente i puristi del genere hanno immediatamente protestato ma poco male. Se Mozart avesse avuto a sua disposizione chitarra e batteria le avrebbe certamente usate, ne sono sicuro. Dobbiamo riconoscere che chi canta lirica può cantare qualsiasi cosa, purché si liberi dalla sua ‘imbracatura’. Guardate cosa fece Freddy Mercury coni Queen nella sua Rock Opera: un lavoro assolutamente sublime e una pelle d’oca.” E non c’è dubbio che anche Vittorio Grigolo ce l’abbia, una voce da pelle d’oca: sentire per credere.



© RIPRODUZIONE RISERVATA