Walter Nudo/”Le mie ischemie? Ho temuto di morire, ho sentito vicino Fabrizio Frizzi”

- Hedda Hopper

Walter Nudo parla per la prima volta di quello che è successo negli Usa in seguito alle sue due ischemie e del volo che poi lo ha portato in Italia nel segno di Fabrizio Frizzi

Walter Nudo
Walter Nudo dopo l'operazione al cuore

Per la prima volta Walter Nudo alza il velo su quello che è successo il mese scorso, sul malore che ha tenuto amici e fan con il fiato sospeso fino al suo primo “selfie” dall’ospedale italiano che lo ha salvato. L’attore ha deciso di raccontare quello che è successo in quel di Los Angeles rilasciando una lunga intervista al settimanale Chi iniziando proprio dalla mattina del malore, da quando si è risvegliato in un lago di sudore mentre continuava a sentire freddo e tremare. E’ stato a quel punto che ha capito che qualcosa di grave stava accadendo: “Volevo chiamare aiuto, ma dalla bocca uscivano solo suoni distorti. Ho pensato ‘sto morendo’. Ho infilato non so come le scarpe e ho chiamato un taxi”. Da qui è iniziato il suo percorso verso la salvezza perché la sua prima tappa è stata la casa di un amico medico. E poi?

LE PRIME CURE E LA DIAGNOSI

E’ stato proprio lui, secondo il racconto di Walter Nudo, a portarlo in ospedale capendo che la situazione è molto grave. Arrivato in clinica a Los Angeles l’attore è stato sottoposto ad una serie di esami e alla diagnosi finale: “‘Lei ha due ischemie al cervelletto’. Improvvisamente ho perso la coordinazione e l’equilibrio. In pochi secondi ho perso il venti per cento del controllo del corpo. La mano sinistra non seguiva i comandi del cervello. Nausea e sudore freddo aumentavano. E intanto sentivo i medici che parlavano, parlavano… e io ero solo”. E’ stato in questo momento che si è sentito solo, lontano dai suoi affetti e dalla famiglia e così ha deciso di andare contro tutto e tutti, mentire, e mettersi in gioco prendendo un aereo e tornando a casa per cercare di risolvere la questione. Il racconto sembra un po’ controverso visto che è difficile con due ischemie e con i problemi che lui ha riscontrato prendere un aereo ma tutto lascia pensare che il volo sia arrivato solo dopo i primi controlli e le cure che hanno messo a bada il malore.

IL PENSIERO DI FABRIZIO FRIZZI

Arrivato in Italia, Walter Nudo si è sottoposto ad un intervento al cuore in anestesia locale e nel momento in cui ha capito che il suo cuore sarebbe stato curato si è sciolto in lacrime: “Quando ho capito che la sonda usata dai medici stava entrando nel mio cuore per ripararlo, sono scoppiato a piangere di gioia. Ho capito che il mio cuore, la fonte della mia vita si stava aggiustando”. Ma il momento più intenso dell’intervista è relativo ai suoi sentimenti e alla persona che “l’ha guidata” in questo suo iter ovvero Fabrizio Frizzi. L’attore rivela di aver inviato un messaggio al conduttore quando era all’inizio della sua malattia e che ha ricevuto una risposta tre mesi dopo. In quella risposta di allora ha trovato la forza per andare avanti e adesso racconta: “Ho sentito Fabrizio dentro quella risposta e l’ho sentito ancora in questa situazione”. Cos’altro avrà modo di raccontare e precisare nei prossimi giorni? Lo scopriremo alla prossima esclusiva, magari in tv.

© RIPRODUZIONE RISERVATA