Claretta Petacci, chi era: amante di Benito Mussolini/ Era 29 anni più giovane di lui

- Chiara Ferrara

Claretta Petacci, chi era: l’amante di Benito Mussolini è rimasta al suo fianco per tutta la vita, fino alla fucilazione del 1945

claretta_petacci_wikipedia
Claretta Petacci (1912-1945) (Foto da Wikipedia)

Claretta Petacci era l’amante di Benito Mussolini: la loro storia d’amore extra-coniugale viene raccontata nel film documentario “L’uomo che voleva diventare Cesare”, in onda su Rai 3 questa sera, che racconta l’ascesa del Duce. Al suo fianco, nel percorso, c’è sempre stata la donna, che lo ha idolatrato fin dall’infanzia. Era 29 anni più giovane di lui, ma l’età – così come i rispettivi matrimoni – non fu mai un ostacolo alla loro relazione.

Mussolini era sposato dal 1915 con rito civile e dal 1925 con rito religioso con Rachele Guidi, mentre la sua amante Clara Petacci si era unita con il sottotenente della Regia Aeronautica Riccardo Federici, anche se ben presto si allontanò da lui e nel 1936 i due si separarono definitivamente. La donna infatti fin da giovanissima era innamorata del Duce. Iniziò a inviargli lettere di ammirazione, prima che in un lido a Ostia riuscisse ad attirare la sua attenzione e a conoscerlo personalmente. Da lì iniziò la storia d’amore durata per una vita intera, fino a quando entrambi non furono fucilati nel 1945 dai partigiani.

Claretta Petacci, chi era l’amante di Benito Mussolini: la famiglia

Claretta Petacci, amante di Benito Mussolini, era la figlia di Giuseppina Persichetti e del medico Francesco Saverio Petacci nonché la sorella maggiore dell’attrice Maria Petacci e la sorella minore del chirurgo Marcello Petacci. La famiglia era molto nota a Roma. La loro fama divenne ancora più elevata con l’inizio della relazione extra-coniugale tra il Duce e la donna. Il rango divenne infatti sempre più alto (si trasferirono dalla residenza medio-borghese di via Lazzaro Spallanzani nella splendida villa “Camilluccia” ), alimentando pettegolezzi relativi a favoritismi e corruzioni.

In molti non approvavano questa storia. Nessuno dei due però ebbe mai alcuna intenzione di interromperla. Clara, da parte sua, non ha mai preteso che Mussolini lasciasse la moglie Rachele Guidi per lei. Nonostante la relazione extra-coniugale fosse nota a chiunque, dunque, non divenne mai ufficiale.





© RIPRODUZIONE RISERVATA