Classifica Formula 1/ Mondiale Piloti, Costruttori: Lewis Hamilton campione del mondo

- Michela Colombo

Classifica Formula 1: il mondiale piloti e costruttori dopo il Gp degli Stati Uniti 2019. Lewis Hamilton è campione del mondo per la sesta volta: gli basta la seconda piazza ad Austin.

Hamilton Mercedes Formula 1
Classifica Formula 1 - LaPresse

Lewis Hamilton è campione del mondo per il 2019: ci dice questo la classifica di Formula 1 dopo il Gp Stati Uniti, ad Austin il britannico ha provato anche a vincere ma la strategia con una sola sosta ha pagato dividendi solo finchè le gomme non sono finite, e Valtteri Bottas si è preso il successo. A Hamilton però servivano appena 4 punti per festeggiare con due gare di anticipo, e ne sono arrivati 18: per il terzo anno consecutivo il pilota della Mercedes vince il Mondiale, le Frecce d’Argento portano un loro rappresentante al sesto titolo in fila e cinque di questi sono proprio targati Hamilton. La classifica di Formula 1 ci racconta anche di un Max Verstappen che torna sul podio dopo tre gare e si riprende il quarto posto, strappandolo a Sebastian Vettel costretto al ritiro; di un Charles Leclerc che a questo punto dovrà sudare sette camicie per difendere il podio di fine stagione dagli assalti dell’olandese, e di uno strepitoso Alexander Albon che con tre soste effettuate porta l’altra Red Bull al quinto posto, davanti a Daniel Ricciard. Altra solida gara per la McLaren, che porta le due monoposto alla settima e ottava piazza; chiudono la zona punti Nicol Hulkenberg e Daniil Kvyat, ma la festa oggi è tutta per Hamilton. (agg. di Claudio Franceschini)

WILLIAMS E ALFA ROMEO DELUSE

Se ci sono team che in questa stagione ci hanno sorpreso, in pista come nella classifica della Formula 1 per il mondiale costruttori, come la McLaren, vi sono pure degli squadre che ci hanno deluso profondamente. Parliamo senza dubbio di Alfa Romeo e Williams, le quali a inizio stagione, benché non avessero ambizioni mondiali, di certo parevano poter ambire a un finale di stagione migliore di quello che si sta prospettando. Classifica della formula 1 alla mano per il mondiale costruttori ed ecco che la scuderia del Biscione è ora ottava con solo 35 punti vinti prima del Gp degli Stati Uniti 2019, mentre la casa inglese è fanalino di coda con un solo punto. Pure abbiamo ben visto in pista che non sono tanto i piloti chiamati in causa per tale crisi, ma proprio i team e le vetture, che hanno mostrato limiti tecnici e strutturali spaventosi. Sarà quindi una chiusura di stagione ben amara; servirà per entrambi i team subito però riscattarsi pensando e preparandosi alla stagione 2021.

IL DUELLO IN CASA FERRARI

Anche alla vigilia del Gp degli Stati Uniti 2019 ad animare il dibattito intorno alla classifica della Formula 1 per il mondiale piloti sono i due piloti della Ferrari. Prima della prova di Austin infatti vediamo bene che Leclerc ha ritrovato la terza piazza del podio con ben 236 punti, ma il monegasco ha solo sei lunghezze di vantaggio dal compagno di squadra Sebastian Vettel. E’ quindi una distanza ben minima tra i due piloti della casa di Maranello e anche oggi ad Austin ci attendiamo quindi grandi scintille, soprattutto in pista (in casa, Binotto pare riuscire a far regnare la pace tra i due). Di certo entrambi, oltre a quanto dice la classifica, sono impazienti di chiudere la stagione al meglio: il bilancio dopo tutto per la Ferrari di questa stagione ci racconta di 9 pole position e tre sole vittorie e di certo si può ancora fare molto, già da oggi

CLASSIFICA FORMULA 1: LA MCLAREN

Ci avviciniamo omnia al gran finale del campionato di Formula 1 ed pure si comincia po’ a fare il bilancio di questa stagione, anche tenendo presente che cosa ci dice la classifica della Formula 1. In tale senso non possiamo non mettere in evidenza, anche alla vigilia della Gp degli Stati Uniti 2019, della buona stagione condotta dalla McLaren, che davvero ha osservato un altro passo rispetto al precedente campionato. Nella stagione 2018 le auto arancioni, guidate da Fernando Alonso e Stoffel Vandoorne, infatti avevano totalizzato appena 62 punti a fine campionato, sufficienti comunque per la sesta piazza nella classifica della Formula 1 per il mondiale costruttori. Oggi la McLaren, alla vigilia della prova a stelle strisce, di punti ne ha ben 111 (quasi il doppio), sufficienti per la quarta piazza, grazie alle magie di Carlos Sainz e Lando Norris, i quali però in stagione non sono mai andati meglio della quinta posizione alla bandiera a scacchi.

LA CLASSIFICA ALLA VIGILIA DEL GP STATI UNITI 2019

Torniamo a parlare, in questa domenica 3 novembre, della classifica della Formula 1 per il Mondiale piloti e costruttori: questa sera infatti verra disputato il Gp degli Stati Uniti 2019 ed Austin davvero non vediamo l’ora di incoronare Lewis Hamilton campione del mondo della F1. Sono ormai due Gp che il pilota inglese della Mercedes è a un passo dal suo sesto sigillo, ma pure non può ancora stappare lo champagne: oggi però solo un cataclisma potrebbe separarlo dal titolo di campione del mondo della formula 1 2019. Anche alla vigilia della prova di Austin Hamilton è in vetta alla classifica della formula 1 per il mondiale piloti e pure con ben 363 punti: pure la britannico non è bastato settimana scorsa il successo a Città del Messico per festeggiare. Alle sue spalle infatti rimane ”matematicamente “ in gioco (sia solo per 4 punti) il compagno di squadra Valtteri Bottas, fermo a quota 289 punti: il podio viene poi chiuso da Charles Leclerc, tornato alla terza piazza dopo il Gp del Messico, e ora con 236 punti. Sono poi i soliti Vettel e Verstappen a chiudere la top five della graduatoria della F1 per il Mondiale: i piloti della rossa e l’olandese della Redbull infatti continuano a scambiarsi di posizione e potrebbero farlo anche oggi, dopo la bandiera a scacchi del Gp degli Stati Uniti di Austin.

CLASSIFICA FORMULA 1: IL MONDIALE COSTRUTTORI

Se quindi siamo ancora in attesa di consegnare il titolo di campione del mondo per il mondiale piloti, ecco che per la prova di Austin, già tutto è deciso da tempo nella classifica della formula 1 riservata ai costruttori. Già con la doppietta firmata a Suzuka infatti la Mercedes ha messo in cassaforte il sesto titolo di fila dei costruttori, e ora veleggia in vetta a tale graduatoria con ben 652 punti. Alle sue spalle non si scolla dal secondo gradino la Ferrari di Binotto, con 466 punti finora accumulati, come pure è oramai fisso al terzo gradino della graduatoria la Redbull, che alla vigilia di Austin registra 341 punti. Proseguendo nella classifica, ecco che troviamo entro la top five McLaren e Renault, fermi rispettivamente a quota 111 punti e 73 punti: di fila ecco poi anche Toro Rosso, Racing Point, Alfa Romeo, Hass e Williams, questa ancora ferma a un solo punto.

CLASSIFICA FORMULA 1

MONDIALE PILOTI

1° Lewis Hamilton 391
2° Valtteri Bottas 314
3° Charles Leclerc 249
4° Max Verstappen 235
5° Sebastian Vettel 230
6° Alexander Albon 84
7° Carlos Sainz 82
8° Pierre Gasly 76
9° Daniel Ricciardo 46
10° Sergio Perez 43
11° Daniil Kvyat 37
12° Nico Hulkenberg 37
13° Lando Norris 39
14° Daniil Kvyat 34
14° Kimi Raikkonen 31
15° Lance Stroll 21
16° Kevin Magnussen 20
17° Romain Grosjean 8
18° Antonio Giovinazzi 4
19° Robert Kubica 1
20° George Russell 0

MONDIALE COSTRUTTORI

1° Mercedes 695
2° Ferrari 479
3° Red Bull 366
4° McLaren 121
5° Renault 83
6° Toro Rosso 65
7 ° Racing Point 64
8° Alfa Romeo 35
9° Haas 28
10° Williams 1

© RIPRODUZIONE RISERVATA