Classifica marcatori Serie A/ Focus su Beto, volto nuovo tra i bomber (10^ giornata)

- Mauro Mantegazza

Classifica marcatori Serie A: è capocannoniere Ciro Immobile in vista della 10^ giornata, l’attaccante della Lazio è inseguito da Edin Dzeko.

Immobile marcatori Lazio
Probabili formazioni Napoli Lazio - Ciro Immobile, attaccante della Lazio (Foto LaPresse)

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A: IL VOLTO NUOVO

Nella nostra panoramica sulla classifica marcatori di Serie A abbiamo parlato finora dio nomi molto conosciuti come il capocannoniere Immobile, il suo primo inseguitore Dzeko e l’autore di un poker, Simeone. Merita però spazio anche un nome nuovo, cioè il portoghese classe 1998 Norberto Bercique Gomes Betuncal, detto molto più semplicemente Beto, arrivato in estate all’Udinese dalla Portimonense, senza dunque avere mai giocato in nessuna big del calcio lusitano. Beto sta vivendo un mese di ottobre da favola, perché nelle ultime settimane ha segnato consecutivamente nelle tre partite che l’Udinese ha giocato contro la Sampdoria prima della sosta e poi contro Bologna e Atalanta.

Per i bianconeri friulani sono stati tre pareggi, possiamo dunque dire che Beto si sta rivelando fondamentale per l’Udinese, perché senza i suoi gol saremmo qui a parlare di un periodo disastroso per l’Udinese. Tre gol consecutivi dopo pochissime settimane in Italia (Beto è arrivato l’ultimo giorno di calciomercato) ci dicono che la stoffa c’è: bisogna stare molto attenti a questo Beto… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LO STORICO POKER

Ne abbiamo già accennato ricordando che per la Lazio del capocannoniere Ciro Immobile è stata una domenica disastrosa, dunque nella classifica marcatori Serie A adesso dobbiamo spendere qualche parola in più circa lo storico poker di gol segnati da Giovanni Simeone per il Verona nella partita allo stadio Bentegodi contro i biancocelesti, squadra tra l’altro molto cara al papà Diego Pablo Simeone.

Il Cholito però si è scatenato lo stesso e all’allenatore avversario Maurizio Sarri saranno tornati in mente i fantasmi del 29 aprile 2018, quando una tripletta di Simeone jr decise un Fiorentina Napoli 3-0 decisivo per negare lo scudetto ai partenopei allora allenati proprio da Sarri. Per quanto riguarda invece la storia dell’Hellas Verona, dobbiamo tornare indietro di oltre 60 anni per trovare un altro calciatore gialloblù capace di segnare almeno quattro gol in una singola partita di Serie A. Era il 9 febbraio 1958 ed Emanuel Del Vecchio ne fece addirittura cinque contro la Sampdoria per firmare il successo veneto per 5-3. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

DZEKO PREPARA IL SORPASSO?

Con il turno infrasettimanale torna ad essere protagonista già di martedì anche la classifica marcatori di Serie A, perché da stasera e fino a giovedì potremo seguire le dieci partite della decima giornata del massimo campionato. Il capocannoniere al comando di questa classifica marcatori Serie A è sempre Ciro Immobile, che è salito a quota 8 gol grazie alla rete segnata in quella che per la Lazio è stata però una vera disfatta a Verona, a causa del successo 4-1 dell’Hellas con poker personale di Giovanni Simeone.

L’unica minima consolazione è arrivata appunto per Immobile, che segnando il gol del temporaneo 2-1 che sembrava potesse riaprire la partita è riuscito almeno a consolidare la propria posizione al comando della classifica marcatori, dove Ciro guarda tutti dall’alto al basso grazie a otto gol segnati, dei quali tre su calcio di rigore, un esercizio nel quale Immobile è senza ombra di dubbio una garanzia ormai consolidata.

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A: DIETRO AL CAPOCANNONIERE

Si respira quasi aria di derby al comando della classifica marcatori di Serie A, se non fosse naturalmente che Edin Dzeko in estate ha lasciato la Roma per passare all’Inter. Sulla carta doveva essere pesante anche per un campione come il bosniaco raccogliere l’eredità di un certo Romelu Lukaku, invece i numeri stanno raccontando una storia completamente diversa, perché Edin Dzeko ha già segnato ben sette gol con la maglia nerazzurra, per di più senza l’ausilio di alcun calcio di rigore.

Il settimo sigillo di Dzeko è stato probabilmente uno dei più facili di tutta la sua carriera, perché il bosniaco ha insaccato praticamente a porta vuota dopo il legno colpito da Hakan Calhanoglu, però stava per consegnare all’Inter la vittoria nel derby d’Italia contro la Juventus, se non fosse stato per il rigore di Dybala a un soffio dal novantesimo. In ogni caso, anche domenica sera c’è stata la conferma: il passaggio da Lukaku a Dzeko non ha causato problemi ai campioni d’Italia.

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

8 gol: Immobile (Lazio)

7 gol: Dzeko (Inter)

6 gol: Joao Pedro (Cagliari), Destro (Genoa), Simeone (Verona)

5 gol: Lautaro Martinez (Inter), Osimhen (Napoli), Vlahovic (Fiorentina)

© RIPRODUZIONE RISERVATA