Classifica marcatori Serie A/ Capocannoniere Immobile, la Juventus dopo Ronaldo…

- Claudio Franceschini

Classifica marcatori Serie A: entrando nella 4^giornata Ciro Immobile è il capocannoniere del campionato, 4 i gol per l’attaccante della Lazio che precede Joao Pedro, Veretout e Vlahovic.

Ciro Immobile esultanza Lazio twitter 2021 1 640x300
Video Lokomotiv Mosca Lazio - Ciro Immobile (da Twitter)

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A: IL DATO

Un dato interessante riguardo la classifica marcatori Serie A è senza dubbio quello relativo agli attaccanti della Juventus: un approfondimento che viene ancor più naturale pensando al fatto che i bianconeri hanno fatto un punto in tre partite, e hanno segnato solo 3 gol pur giocando contro Udinese e Empoli nei primi due turni. La partenza di Cristiano Ronaldo non è ovviamente indifferente: il portoghese in tre stagioni ha segnato 81 gol in 98 partite di Serie A, è stato l’ultimo capocannoniere del campionato e dunque questi gol da qualche parte dovranno tornare.

Analizzando le statistiche, scopriamo che nei tre ani in cui CR7 è stato il fulcro dell’attacco della Juventus i suoi compagni di reparto hanno segnato, in ordine sparso: 9 gol con Mario Mandzukic, 11 con Alvaro Morata, 6 con Moise Kean (ma in sole 13 partite) e 20 con Paulo Dybala, l’unico che sia rimasto al fianco di Ronaldo per tutte le tre stagioni. Naturalmente la classifica marcatori Serie A, e il calcio in generale, non è una somma: senza Cristiano, chiaramente la Juventus potrà fornire più palloni ad altri attaccanti che potranno così aumentare lo score realizzativo. Tuttavia, l’addio del numero 7 lascia un’ombra sulla squadra di Massimiliano Allegri: la sensazione è che la Juventus possa avere tanto bisogno dei gol di Federico Chiesa, che l’anno scorso nella prima stagione bianconera ne ha messi a segno 8. (agg. di Claudio Franceschini)

LE SORPRESE

Leggendo la classifica marcatori Serie A entrando nella 4^ giornata, spiccano sicuramente due nomi a sorpresa: si tratta di Lorenzo De Silvestri e Mohamed Fares, che hanno due gol a testa. Li lega una curiosità: entrambi infatti hanno realizzato una doppietta, e nei due casi questo sforzo realizzativo è servito alle loro squadre per ottenere una vittoria in rimonta. De Silvestri i suoi due gol li aveva segnati nel 3-2 che il Bologna aveva rifilato alla Salernitana, dopo essere stato due volte in svantaggio in casa alla prima giornata; Fare è stato decisivo domenica scorsa, completando il ribaltone alla Sardegna Arena contro il Cagliari (da 0-2 a 3-2 in favore del Genoa) dopo che Mattia Destro aveva accorciato le distanze.

Se una doppietta da parte di un esterno difensivo rappresenta sempre e comunque una sorpresa, va anche detto che De Silvestri in carriera ha avuto stagioni da 4 e 5 reti (rispettivamente con Sampdoria e Torino) e dunque nell’area avversaria non è esattamente un pesce fuor d’acqua; Fares invece ha già segnato un gol in meno che nelle precedenti 120 partite in Serie A (con Verona, Spal e Lazio) e curiosamente le 3 marcature sono arrivate tutte nella stessa stagione, il 2018-2019 con la maglia degli estensi. (agg. di Claudio Franceschini)

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A: COMANDA IMMOBILE

Sono passate solo tre giornate, ma la classifica marcatori Serie A ha già una definizione piuttosto chiara: alla media di oltre un gol a partita avanza inesorabile Ciro Immobile che tra l’altro, visto che la Lazio non ha segnato nel ko di San Siro, i suoi 4 gol li ha messi a segno tutti nelle prime due giornate di campionato, timbrando il cartellino contro Empoli e Spezia. Un Immobile che punta all’ennesimo titolo di capocannoniere, ma in vista della 4^ giornata (che si apre venerdì 17 settembre, con l’anticipo Sassuolo Torino) l’attaccante della nazionale campione d’Europa dovrà guardarsi dalla concorrenza. Innanzitutto, di tre giocatori: sono infatti quelli che si trovano a quota 3 reti, e dunque potrebbero operare l’aggancio.

Qui troviamo Jordan Veretout, una sorpresa fino a un certo punto visto che l’anno scorso era andato in doppia cifra ma che sta trovando maggiormente la via del gol su azione; l’immancabile Joao Pedro, che più passano gli anni e più diventa una certezza per il Cagliari; e Dusan Vlahovic, che nell’ultimo turno si è aiutato con due rigori (contro l’Atalanta) e vuole ancora una volta raggiungere i 20 gol. Dunque il quadro al momento è questo, ma nella classifica marcatori Serie A dobbiamo anche provare a scoprire dove si piazzino i grandi cannonieri, i calciatori più attesi dal punto di vista realizzativo e che possono essere tra i favoriti per laurearsi capocannoniere del campionato.

I GRANDI NOMI

Dove sono dunque i grandi nomi? Nella classifica marcatori Serie A alcuni li troviamo a 2 gol: naturalmente più sopra abbiamo citato Immobile e Vlahovic, ma tra i bomber più attesi ha già timbrato il cartellino due volte Lautaro Martinez (splendido il gol segnato contro la Sampdoria) e come lui Olivier Giroud, appena arrivato al Milan e capace di infilare una doppietta contro il Cagliari. Due sono anche i gol di Joaquin Correa, tutti segnati contro il Verona: l’argentino passato dalla Lazio all’Inter potrebbe rivelarsi un affare per i nerazzurri. Altri big sono a quota 1 nella classifica marcatori Serie A: tra questi i due colombiani dell’Atalanta Luis Muriel (che rischia uno stop davvero lungo) e Duvan Zapata, ma anche gli attaccanti della Juventus Paulo Dybala e Alvaro Morata e ancora Edin Dzeko, che dopo sei anni con la Roma si è trasferito all’Inter e nel finale della prima partita ufficiale è riuscito a segnare. Cosa ci riserverà la quarta giornata di Serie A per la classifica marcatori? Lo scopriremo presto…

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

4 gol: Ciro Immobile (Lazio)

3 gol: Joao Pedro (Cagliari), Jordan Veretout (Roma), Dusan Vlahovic (Fiorentina)

2 gol: Mohamed Fares (Genoa), Joaquin Correa (Inter), Olivier Giroud (Milan), Lautaro Martinez (Inter), Lorenzo De Silvestri (Bologna), Gerard Deulofeu (Udinese), Filip Djuricic (Sassuolo), Rafael Leao (Milan), Lorenzo Pellegrini (Roma), Mattia Zaccagni (Lazio)

© RIPRODUZIONE RISERVATA