CLASSIFICA MARCATORI SERIE A/ Capocannoniere Ibrahimovic, Mkhitaryan in crescita

- Mauro Mantegazza

Classifica marcatori Serie A, in vista della 9^ giornata di campionato il trono del capocannoniere è di Ibrahimovic, inseguito da Cristiano Ronaldo e Lukaku.

Ibrahimovic marcatori
Classifica marcatori Serie A: Ibrahimovic (LaPresse)

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A: LA CRESCITA DI MKHITARYAN

Un nome in grande evidenza nella classifica marcatori di Serie A è senza dubbio quello dell’armeno Henrikh Mkhitaryan della Roma, che è salito a quota cinque gol in campionato grazie alla tripletta di Marassi contro il Genoa, seguita dalla doppietta contro il Parma all’Olimpico domenica scorsa. Cinque gol nelle ultime due giornate, a cavallo della sosta: questi i numeri straordinari di Mkhitaryan, che senza dubbio non ha fatto rimpiangere un certo Edin Dzeko, anche se naturalmente Paulo Fonseca e la Roma sperano che presto l’armeno e il bosniaco possano cominciare a giocare insieme, anche perché le loro caratteristiche tecniche si sposano alla perfezione e di conseguenza schierarli in contemporanea potrebbe permettere alla Roma di fare il definitivo salto di qualità in una stagione che già si annuncia molto promettente per i giallorossi. Per quanto riguarda Mkhitaryan, la speranza naturalmente è che possa rimanere sano a lungo, perché proprio la fragilità fisica è spesso stata il tallone d’Achille di un giocatore di qualità straordinaria quale è l’armeno. Se non ci saranno intoppi, potrebbe essere una stagione davvero memorabile, sia per lui sia per la Roma. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IBRA-RONALDO, CHE SCONTRO!

Questo è un paese per vecchi (calcisticamente parlando): la classifica marcatori Serie A dopo le prime otto giornate del massimo campionato infatti esalta il capocannoniere Zlatan Ibrahimovic e il suo primo inseguitore Cristiano Ronaldo. Un classe 1981 inseguito da un classe 1985, ma in questo caso davvero non dobbiamo badare ai numeri, ma alla parola “classe” (naturalmente in un altro significato del termine). Difficile descrivere quanto stanno facendo lo svedese e il portoghese, a maggior ragione considerando che entrambi hanno dovuto fare i conti con il Coronavirus, perdendo dunque qualche partita. Zlatan Ibrahimovic purtroppo nel finale della partita contro il Napoli ha rimediato un infortunio, ma quando gioca è a dir poco devastante, come ha dimostrato anche al San Paolo: 10 gol in sei presenze, è un ruolino di marcia pazzesco, che ci fa tornare indietro di almeno una decina di anni – cioè quando il Milan lottava regolarmente per lo scudetto e dunque i rossoneri al primo posto della classifica non facevano di certo notizia.

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A: GLI INSEGUITORI DI IBRAHIMOVIC

Dietro a Ibrahimovic, la classifica marcatori di Serie A vede dunque in seconda posizione un certo Cristiano Ronaldo, a sua volta reduce da una doppietta contro il Cagliari e giunto già a quota otto gol nel suo terzo campionato italiano, nel quale CR7 andrà ancora una volta all’assalto del trono dei gol, che nei due precedenti gli era sfuggito e che Cristiano Ronaldo naturalmente vorrebbe aggiungere ai titoli di capocannoniere già conquistati nella Premier League inglese e nella Liga spagnola. Per trovare un Under 30 dobbiamo scendere al terzo gradino del podio, dove Romelu Lukaku completa per l’Inter il tris delle grandi storiche del calcio italiano. L’attaccante belga dei nerazzurri è stato il grande protagonista con una doppietta più un assist della vittoria in rimonta contro il Torino degli uomini di Antonio Conte, salendo in questo modo a quota sette gol nella classifica marcatori. Un tris d’assi, per i quali l’età non sta facendo per ora la differenza – anzi…

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A (9^ GIORNATA)

10 gol: Ibrahimovic (Milan)

8 gol: Cristiano Ronaldo (Juventus)

7 gol: Lukaku (Inter)

6 gol: Belotti (Torino)

5 gol: Joao Pedro e Simeone (Cagliari), Lautaro Martinez (Inter), Mkhitaryan (Roma), Caputo (Sassuolo)

4 gol: Muriel e Gomez (Atalanta), Soriano (Bologna), Castrovilli (Fiorentina), Immobile (Lazio), Lozano (Napoli), Veretout (Roma), Quagliarella (Sampdoria), Berardi (Sassuolo)

© RIPRODUZIONE RISERVATA