CLASSIFICA MOTOGP/ Mondiale piloti: Vinales leader, Rossi attardato (Gp Qatar)

- Claudio Franceschini

Classifica MotoGp: il Mondiale piloti dopo il Gp Qatar 2021, sul circuito di Losail. Maverick Vinales si prende subito la leadership davanti a Zarco e Bagnaia, male le due Yamaha Petronas.

Joan Mir podio spumante lapresse 2021 640x300
Classifica MotoGp: Joan Mir è il campione del mondo in carica (Foto LaPresse)

CLASSIFICA MOTOGP: VINALES AL COMANDO

Il primo pilota al comando della classifica MotoGp per questo campionato è Maverick Vinales: è la Yamaha ufficiale dello spagnolo a prendersi i 25 punti nel Gp Qatar 2021 e stare davanti a tutti, in una gara che ha riservato parecchie sorprese. Il poleman Francesco Bagnaia deve accontentarsi del terzo posto, sorpassato dalla Ducati Pramac di Johann Zarco: abbiamo dunque due rosse sul podio e questo non può che farci bene, mentre il campione del mondo Joan Mir inizia la difesa del titolo con una quarta posizione che lo rende il migliore delle Suzuki, visto che tra lui e Alex Rins si infila anche Fabio Quartararo. Nei primi dieci troviamo poi i fratelli Aleix e Pol Espargaro, Jack Miller e un ottimo Enea Bastianini: questo significa che la Yamaha piazza appena due piloti nella Top Ten della gara, con le Petronas che affondano perché Valentino Rossi è solo dodicesimo mentre Franco Morbidelli addirittura chiude al diciottesimo posto, fuori dai punti come Luca Marini che ci arriva a un soffio. Miguel Oliveira e Brad Binder portano se non altro qualche punticino alla KTM, l’altra Ducati Pramac di Jorge Martin chiude i primi 15 dandoci così la definizione della classifica MotoGp dopo il primo Gran Premio della stagione. (agg. di Claudio Franceschini)

CON E SENZA MARQUEZ

La classifica MotoGp entra nel GP Qatar 2021 e avrà soprattutto un grande protagonista, considerando la stagione: stiamo naturalmente parlando di Marc Marquez, che non vediamo da Jerez 2020. Caduto e infortunatosi, quello che era il campione del mondo in carica ha saltato tutta la stagione per i problemi al polso, dopo aver tentato un recupero lampo si è dovuto arrendere all’evidenza e le tempistiche della riabilitazione si sono allungate a dismisura; in sua assenza come detto la classifica MotoGp è stata dominata dalla grande incertezza, mentre lui preparava il ritorno. Stiamo parlando di un pilota che dal 2013, anno in cui è arrivato nella classe regina, ha vinto 6 titoli mondiali tra cui quello all’esordio; che ha vinto 56 gare in MotoGp, in quattro occasioni è andato oltre la quota dei 300 punti e nel 2019 ne ha centrati 420. Anche oggi che non corre da un anno resta l’enorme favorito per il titolo, pur se bisognerà vedere quali saranno le sue condizioni al rientro; senza di lui il fratello Alex ha timbrato 74 punti nella sua prima stagione in MotoGp, e dunque la scuderia ufficiale ha assolutamente bisogno del suo ritorno pur se Pol Espargaro si è ben comportato nei test. Marc Marquez, tuttavia, è un’altra cosa… (agg. di Claudio Franceschini)

L’ANNO SCORSO

Abbiamo accennato, nel presentare la classifica MotoGp in vista del Gp Qatar 2021, che l’anno scorso la situazione era stata curiosa per usare un eufemismo: il campione del mondo era stato Joan Mir, che aveva ottenuto 178 punti e soprattutto era riuscito a vincere soltanto una gara. Era stato un campionato pazzo: Franco Morbidelli e Fabio Quartararo si erano distinti con 3 successi a testa ma il romano si era svegliato tardi mentre il francese, autore di uno straripante avvio, si era poi seduto sugli allori entrando in crisi, tanto da chiudere addirittura in ottava posizione. A colpire però era stato il numero di piloti che erano stati capaci di salire sul gradino più alto del podio nel corso della stagione: addirittura 9, oltre a quelli citati infatti avevano festeggiato, in stretto ordine di classifica, Alex Rins, Andrea Dovizioso, Maverick Vinales e perfino Miguel Oliveira, Brad Binder e Danilo Petrucci. Tutti con una vittoria a testa, il che la dice lunga sulla grande incertezza che ha regnato per tutto l’anno; alla fine Mir ha avuto la meglio grazie ai podi (sette in totale) e alla costanza che lo ha portato a entrare nei primi 7 in 10 dei Gran Premi corsi, cosa che invece non è riuscita agli altri. Come detto però le cose potrebbero drasticamente cambiare da oggi… (agg. di Claudio Franceschini)

ECCO IL GP QATAR 2021

La classifica MotoGp sarà aggiornata oggi per la prima volta: il Gp Qatar 2021 si corre domenica 28 marzo e finalmente inaugura quello che potrebbe e dovrebbe essere l’anno del riscatto, dopo una pandemia mondiale – che non si è ancora risolta – che ha portato sconvolgimento anche nel Motomondiale, tra gare cancellate, appuntamenti doppi e soprattutto l’assenza del pubblico. Naturalmente parlare della classifica MotoGp prima che si sia corsa la prima gara è un esercizio particolarmente difficile, ma tutto sommato abbiamo qualche punto di riferimento.

Possiamo infatti prendere in considerazione quello che era successo lo scorso anno per provare a capire in che modo possano andare le cose in questa stagione che sta per aprire le sue porte, ricordando ovviamente che ci sono piloti che hanno cambiato moto o anche scuderia e che vanno a caccia di conferme e riscatto. Per il momento si parte tutti alle spalle di Joan Mir, il campione del mondo in carica, ma l’imminente ritorno di Marc Marquez sposta forse i favori del pronostico. Dunque, andiamo a vedere quali sono i temi principali della classifica MotoGp aspettando il Gp Qatar 2021.

CLASSIFICA MOTOGP: TUTTI DIETRO MIR

Ecco allora che possiamo parlare della classifica MotoGp ricordando che l’anno scorso il titolo mondiale è andato a Joan Mir: bisogna essere onesti e ammettere che anche a metà della stagione 2020 nessuno si aspettava che lo spagnolo potesse arrivare davanti a tutti, ma la crescita esponenziale della Suzuki e la sua grande costanza nei piazzamenti hanno permesso il risultato a sorpresa.

Infatti, se Suzuki doveva essere il candidato certo sarebbe stato Alex Rins, che però ha vissuto una crisi nella prima parte dell’annata; in generale l’assenza di Marc Marquez ha creato una situazione senza un grande favorito, come ha dimostrato la geografia delle vittorie (ci torneremo) e soprattutto il fatto che, praticamente fino a una manciata di Gran Premi dal termine, c’erano ancora parecchi piloti che avrebbero potuto giocarsela.

Proprio per questo forse le due enormi delusioni sono stati i nostri veterani Valentino Rossi e Andrea Dovizioso: quest’ultimo perché si era preso la piazza d’onore negli ultimi anni e senza Marquez era il favorito della vigilia, il Dottore perché chiaramente questa incertezza di fondo avrebbe potuto portare la sua esperienza a essere determinante. Così non è stato: oggi Dovizioso non è ai nastri di partenza mentre Rossi è passato alla Petronas, cioè la Yamaha che l’anno scorso ha fatto meglio. Staremo a vedere come andranno le cose nel Gp Qatar 2021…

CLASSIFICA MOTOGP

1. Maverick Vinales (Yamaha) 25

2. Johann Zarco (Ducati) 20

3. Francesco Bagnaia (Ducati) 16

4. Joan Mir (Suzuki) 13

5. Fabio Quartararo (Yamaha) 11

6. Alex Rins (Suzuki) 10

7. Aleix Espargaro (Aprilia) 9

8. Pol Espargaro (Honda) 8

9. Jack Miller (Ducati) 7

10. Enea Bastianini (Esponsorama) 6

11. Stefan Bradl (Honda) 5

12. Valentino Rossi (Yamaha) 4

13. Miguel Oliveira (KTM) 3

14. Brad Binder (KTM) 2

15. Jorge Martin (Ducati) 1

© RIPRODUZIONE RISERVATA