CLASSIFICA MOTOGP/ Mondiale piloti, Gp Italia 2022 Mugello: allungo di Quartararo!

- Claudio Franceschini

Classifica MotoGp: il Mondiale piloti dopo il Gp Italia 2022, al Mugello Pecco Bagnaia vince ma guadagna solo 5 punti sul leader Fabio Quartararo, che anzi allunga su tutti i suoi rivali.

Quartararo MotoGp
MotoGp: Fabio Quartararo (Foto LaPresse)

CLASSIFICA MOTOGP: QUARTARARO ALLUNGA!

La vittoria di Francesco Bagnaia nel Gp Italia 2022 riapre in qualche modo la classifica MotoGp? Al Mugello Pecco si mette davanti a Fabio Quartararo e gli recupera 5 punti, pochi per dire che davvero il titolo mondiale sia del tutto in discussione ma, comunque, abbastanza per dirci del ritorno in grande stile del piemontese, che ora con la sua Ducati deve solo ritrovare la giusta continuità. Quella appunto di Quartararo, perché il campione del mondo è secondo e prende altro margine sui rivali diretti: adesso nella classifica MotoGp il Diablo ha 8 punti sul sempre terzo Aleix Espargaró (ancora capace di salire sul podio con l’Aprilia).

Ce ne sono poi 28 su un Enea Bastianini che anche oggi non completa il Gran Premio e proprio non riesce ad avere costanza e addirittura 47 su Johann Zarco, che è quinto in classifica dopo la quarta posizione al Mugello. Ovviamente, ci sono i punti di margine su Bagnaia: adesso sono 41 perché Pecco si accomoda al quarto posto. Tra gli altri, benissimo i due italiani Marco Bezzecchi e Luca Marini, rispettivamente quinto e sesto; male invece Fabio Di Giannantonio, che scattava dall’incredibile pole position ma si deve accontentare dell’undicesimo posto, superato nel finale anche da un Marc Marquez ancora mediocre. (agg. di Claudio Franceschini)

LA CRISI DELLA SUZUKI

Cosa sta succedendo alla Suzuki? Nella classifica MotoGp troviamo Alex Rins in quarta posizione con 69 punti (-33 da Fabio Quartararo) e Joan Mir, campione del mondo 2020, addirittura nono con 56 punti. Da quando la casa giapponese ha annunciato l’addio al Motomondiale è come se i due piloti avessero sentito il momento: a dire il vero Rins era partito molto bene perché dopo 20 punti nelle prime due gare ha avuto un trittico con terzo posto in Argentina, secondo in Texas e quarto a Portimao, ma poi due errori a Jerez e Le Mans lo hanno portato a fare 0 punti negli ultimi due Gran Premi.

Non ha fatto certamente meglio Mir: per lui mai un podio in questa stagione, certo quando ha concluso le gare non è mai sceso al di sotto della sesta posizione ma paga anche i ritiri in Portogallo e Francia, gare nelle quali ha perso punti molto pesanti. Se vogliamo, il pilota maiorchino può giocare con cabala e numeri: due anni fa si è laureato campione del mondo vincendo una sola gara (il Gp Europa a Valencia) e dopo i primi sette Gran Premi si era ritirato due volte. Peccato che avesse anche timbrato tre podi (due volte secondo) e poi un quarto e quinto posto per un totale di 80 punti, e che le gare vista la pandemia erano state molte meno… ad ogni modo, anche Rins e la Suzuki avranno tutto il tempo per recuperare nella classifica MotoGp. (agg. di Claudio Franceschini)

LA COSTANZA DEL LEADER

Guardando la classifica di MotoGp entrando nel Gp Italia 2022, spicca il fatto che il primo posto di Fabio Quartararo sia merito particolare della sua costanza. Il campione del mondo arriva al Mugello avendo vinto una sola gara (quella in Portogallo) ma mai oltre la nona posizione: due volte secondo, poi il quarto posto di Le Mans e una serie di piazzamenti mediocri in Qatar, Argentina e Texas che gli hanno comunque garantito i punti utili a rimanere davanti ad Aleix Espargaró. In questo, Quartararo si sta rivelando un maestro: va ricordato che l’anno scorso il Diablo aveva vinto il suo primo titolo mondiale vincendo 5 gare, numeri ben diversi dai cannibali del passato (da Mar Marquez a Valentino Rossi passando per Jorge Lorenzo).

Certo Quartararo era comunque stato il pilota con più successi stagionali in un Mondiale MotoGp assolutamente incerto ed equilibrato, ma ci aveva affiancato due secondi e tre terzi posti e 17 gare su 18 a punti, in 16 di queste mai oltre l’ottava posizione. Il pilota della Yamaha dunque è un gestore, in grado di capire quando sia il momento di attaccare e quando invece si può accontentare; prova ne sia il fatto che Enea Bastianini di gare quest’anno ne ha vinte ben tre (su 7), ma nella classifica MotoGp è soltanto terzo perché negli altri Gran Premi non è andato oltre l’ottavo posto, con in più la caduta di Portimao. Alla fine questo può fare tutta la differenza del mondo… (agg. di Claudio Franceschini)

VERSO IL GP ITALIA 2022 MUGELLO

La classifica di MotoGp vede al comando Fabio Quartararo, quando si arriva in uno dei fine settimana più attesi: domenica 29 maggio si corre il Gp Italia 2022 al Mugello, la pista di casa ci dirà dunque se il Diablo riuscirà a prendere altro margine per avvicinare idealmente il secondo titolo Mondiale consecutivo. Un Quartararo che al momento sembra aver trovato una sorta di continuità ad alti livelli, anche se non dominanti: il pilota della Yamaha infatti si trascina alle sue spalle, rispettivamente a -4 e -8 e dunque in piena corsa per il titolo, Aleix Espargaró e Enea Bastianini.

Lo spagnolo sta facendo tornare grande l’Aprilia, è reduce da tre terzi posti consecutivi e non molla di un centimetro, dimostrando di saper domare la moto di Noale nel migliore dei modi. Il romagnolo invece è il pilota che ha vinto più gare in stagione (3) ma nella classifica di MotoGp occupa solo la terza posizione perché per lui è sostanzialmente tutto o niente, nel senso che quando non si mette davanti agli avversari fatica davvero a confermarsi nelle prime posizioni. La classifica di MotoGp che ci accompagna verso il Gp Italia 2022 è nettamente sbilanciata a favore di questi tre piloti: gli altri sono staccati.

LE ALTRE POSIZIONI DI CLASSIFICA MOTOGP

Vediamola allora, la classifica di MotoGp per le altre posizioni quando siamo vicini al Gp Italia 2022: al Mugello si arriva con Alex Rins al quarto posto e 25 lunghezze da recuperare per il gradino più basso del podio. Significa che in caso di vittoria e zero punti da parte di Bastianini, lo spagnolo della Suzuki riuscirebbe solo a operare l’aggancio; ancora peggio fa il compagno di squadra Joan Mir che, ricordiamo, è stato campione del mondo nel 2020 ma in questa classifica di MotoGp fatica molto, infatti si trova al settimo posto in compagnia di Francesco Bagnaia, in leggera risalita anche se ha pagato un altro zero due settimane fa, e Brad Binder che è per distacco il migliore delle KTM.

Prima di questi piloti la classifica di MotoGp ci presenta Jack Miller e Johann Zarco, altri due alfieri di una Ducati che tra tutte le varie scuderie sta facendo il vuoto in pista; Marc Marquez invece è decimo e ha recentemente dichiarato di dover ancora capire quale sia il reale livello di competitività della Honda. Di cui peraltro è il migliore: la casa giapponese sta rapidamente affondando anche a causa delle condizioni fisiche dello spagnolo, che comunque non rinuncia a battersi come un leone e anche oggi al Mugello, nel Gp Italia 2022, andrà a caccia di punti importanti per la classifica di MotoGp.

CLASSIFICA MOTOGP

1. Fabio Quartararo (Yamaha) 122
2. Aleix Espargaró (Aprilia) 114
3. Enea Bastianini (Ducati) 94
4. Francesco Bagnaia (Ducati) 81
5. Johann Zarco (Ducati) 75
6. Alex Rins (Suzuki) 69
7. Brad Binder (KTM) 65
8. Jack Miller (Ducati) 63
9. Marc Marquez (Honda) 62
10. Joan Mir (Suzuki) 56
11. Miguel Oliveira (KTM) 50
12. Pol Espargaró (Honda) 40
13. Takaaki Nakagami (Honda) 38
14. Maverick Viñales (Aprilia) 37
15. Jorge Martin (Ducati) 31
16. Luca Marini (Ducati) 31
17. Marco Bezzecchi (Ducati) 30
18. Alex Marquez (Honda) 20
19. Franco Morbidelli (Yamaha) 19
20. Fabio Di Giannantonio (Ducati) 8
21. Andrea Dovizioso (Yamaha) 8
22. Darryn Binder (Yamaha) 6
23. Remy Gardner (KTM) 3





© RIPRODUZIONE RISERVATA