Classifica MotoGp/ Mondiale Piloti Gp Gran Bretagna 2022: gli italiani in corsa

- Mauro Mantegazza

Classifica MotoGP, il Mondiale Piloti verso il Gp Gran Bretagna 2022 a Silverstone, si riparte con l’iridato Fabio Quartararo sempre in vetta.

MotoGp Bagnaia Quartararo
Classifica MotoGp: gran duello tra Fabio Quartararo e Pecco Bagnaia (Foto LaPresse)

Detto di Enea Bastianini e Francesco Bagnaia, gli altri piloti italiani sono tutti molto lontani nella classifica MotoGP, però nelle ultime gare ci sono segnali di crescita che fanno ben sperare. Ad esempio questo discorso è valido soprattutto per Luca Marini, che ha 52 punti, ma ben 38 sono arrivati con il nono posto di Le Mans, il sesto del Mugello e di nuovo anche al Montmelò ed infine il quinto posto al Sachsenring, mentre prima non era mai entrato fra i primi dieci. Marco Bezzecchi invece con il meraviglioso secondo posto di Assen ha superato il connazionale. I

l nostro centauro ha suddiviso così i suoi 55 punti nella classifica Piloti: otto nelle prime cinque gare e 47 nelle ultime sei, naturalmente grazie soprattutto al bellissimo acuto olandese più il quinto posto al Mugello. Certo, parliamo del quattordicesimo e del quindicesimo in classifica, ma solamente pochi Gran Premi fa il bilancio sarebbe stato decisamente peggiore. Ancora più in basso, accenni di crescita anche da parte di Fabio Di Giannantonio, che troviamo al ventesimo posto con appena 18 punti ma raccolti tutti da Le Mans in poi, con la pole position al Mugello e l’ottavo posto al Sachsenring. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

CLASSIFICA MOTOGP: IL PUNTO SUI COSTRUTTORI

Parlando della classifica MotoGp si pensa sempre al Mondiale Piloti, ma bisogna ricordare che naturalmente esiste anche la classifica Costruttori, la quale ci fornisce anzi indicazioni molto significative su questa stagione così particolare. Ogni Casa riceve punti pari a quelli del migliore piazzamento di un suo pilota ad ogni Gran Premio. La Ducati è al comando con ben 246 punti, grazie al contributo di quasi tutti i suoi centauri: da questo punto di vista avere tanti piloti forti è un vantaggio, ci sono le tre vittorie di Enea Bastianini e le altrettante di Francesco Bagnaia, ma anche due secondi e un terzo posto di Johann Zarco e due secondi posti anche di Jorge Martin, mentre manca clamorosamente il contributo del secondo pilota ufficiale Jack Miller.

La Ducati è comunque in fuga con un margine già importante sugli inseguitori, che dipendono invece quasi esclusivamente da un solo pilota: la Yamaha è seconda con 172 punti, che sono esattamente quelli della sua stella Fabio Quartararo, mentre al terzo posto ecco l’Aprilia a quota 155 punti, appena quattro in più rispetto ad Aleix Espargaro, in virtù di due piazzamenti di Maverick Vinales nelle uniche due gare in cui era riuscito a fare meglio del compagno di squadra. Quarta posizione per la KTM a quota 121 punti, ecco poi la Suzuki quinta a quota 101 pagando a carissimo prezzo il triplo zero dei suoi piloti sia a Le Mans sia al Mugello e poi ancora al Sachsenring, infine è tristemente ultima la Honda con soli 85 punti. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

CLASSIFICA MOTOGP: QUARTARARO IN TESTA AI PILOTI

La classifica MotoGp ci conduce verso il Gp Gran Bretagna 2022, il tradizionale appuntamento sul circuito di Silverstone che in questa stagione assume un valore particolarmente significativo, dal momento che sarà la ripartenza dopo ben oltre un mese di sosta. Siamo già al dodicesimo atto di una stagione iniziata in modo particolare e con ritmo intenso, ma adesso è bene chiarire quali siano attualmente i rapporti di forza in questa classifica MotoGp, perché magari il tempo ha creato qualche “buco” nella memoria dopo cinque domeniche consecutive senza alcun Gran Premio e di conseguenza sei settimane di pausa.

In testa alla classifica del Mondiale Piloti della MotoGp troviamo un grandissimo nome, cioè il campione del Mondo in carica Fabio Quartararo che in sella alla sua Yamaha ha raccolto finora 172 punti nonostante sole due vittorie, cioè quella ottenuta a fine aprile a Portimao e poi le due consecutive di Barcellona e Sachsenring a giugno, seguite però dallo “zero” ad Assen che ha riacceso le speranze degli inseguitori. Olanda a parte, Quartararo sta comunque trovando una più che discreta continuità, così ecco il primo posto nella classifica MotoGp, anche se la Yamaha non brilla particolarmente e di conseguenza il campione in carica non può dormire sonni tranquilli – ma se la concorrenza non si sveglia…

CLASSIFICA MOTOGP: SITUAZIONE E CONTESTO

Gli inseguitori non sono comunque debellati nella classifica MotoGp, a cominciare dallo splendido spagnolo Aleix Espargaro, che ha raccolto 151 punti fino a questo momento in sella alla sua Aprilia, soprattutto grazie al grande exploit in Argentina, quando ha colto la sua prima vittoria partendo dalla pole position, altra prima volta per l’Aprilia in MotoGp. Adesso Espargaro è dietro di 21 lunghezze al francese, chissà se la casa di Noale potrà davvero coltivare ambizioni di giocarsi il titolo iridato. Espargaro però dovrà fare un ultimo salto di qualità, chi vuole vincere il Mondiale infatti non può sbagliare a contare i giri di una gara come al Montmelò…

Seguono nella classifica MotoGP altri nomi di livello, tuttavia già decisamente più staccati, a cominciare da Johann Zarco, che occupa la terza posizione nel Mondiale Piloti di MotoGp con 114 punti, dunque un passivo di ben 58 lunghezze rispetto al suo connazionale. C’è invece da mangiarsi le mani per la situazione di Francesco Bagnaia ed Enea Bastianini, vincitori di tre Gran Premi a testa proprio come Quartararo ma rispettivamente al quarto e quinto posto con 106 e 105 punti a causa di un andamento probabilmente troppo altalenante per provare a coltivare il sogno iridato. Bastianini tutto sommato può consolarsi pensando che le aspettative di inizio stagione non erano di certo così alte, per Bagnaia invece la situazione è ben più pesante, anche se il successo di Assen ha contribuito almeno a riaccendere una speranza anche per Pecco.

CLASSIFICA MOTOGP

1. Fabio Quartararo (Yamaha) 172
2. Aleix Espargaró (Aprilia) 151
3. Johann Zarco (Ducati) 114
4. Francesco Bagnaia (Ducati) 106
5. Enea Bastianini (Ducati) 105
6. Brad Binder (KTM) 93
7. Jack Miller (Ducati) 91
8. Joan Mir (Suzuki) 77
9. Alex Rins (Suzuki) 75
10. Miguel Oliveira (KTM) 71
11. Jorge Martin (Ducati) 70
12. Maverick Viñales (Aprilia) 62
13. Marc Marquez (Honda) 60
14. Marco Bezzecchi (Ducati) 55
15. Luca Marini (Ducati) 52
16. Takaaki Nakagami (Honda) 42
17. Pol Espargaró (Honda) 40
18. Alex Marquez (Honda) 27
19. Franco Morbidelli (Yamaha) 25
20. Fabio Di Giannantonio (Ducati) 18
21. Darryn Binder (Yamaha) 10
22. Andrea Dovizioso (Yamaha) 10
23. Remy Gardner (KTM) 9
24. Raul Fernandez (KTM) 5





© RIPRODUZIONE RISERVATA