CLASSIFICA MOTOGP/ Mondiale Piloti: Pecco Bagnaia super, ma Quartararo contiene bene!

- Mauro Mantegazza

Classifica MotoGp, il Mondiale Piloti dopo il Gp Misano 2021: Fabio Quartararo resiste a Pecco Bagnaia e perde solo 5 punti dal pilota della Ducati, mantenendo un vantaggio di 48 lunghezze.

MotoGp Quartararo Bagnaia
MotoGp: Quartararo e Bagnaia

CLASSIFICA MOTOGP: BAGNAIA GUADAGNA 5 PUNTI SU QUARTARARO

Francesco Bagnaia vince anche il Gp Catalogna 2021, ma oggi nella classifica MotoGp sorride Fabio Quartararo: il Diablo contiene i danni e, grazie al suo secondo posto, si vede recuperare appena 5 punti da Pecco, restando saldamente al comando con un margine di 48 lunghezze. Quartararo dunque si avvicina sempre più a quello che sarebbe il primo titolo Mondiale in carriera, Bagnaia però sta dando prova di non voler mollare tanto facilmente: il pilota della Ducati sarà pronto, nelle prossime gare, a sfruttare ogni minimo errore del francese per rimettere in discussione una situazione che nella classifica MotoGp sembra francamente segnata.

Riguardo il Gp Catalogna 2021, bisogna segnalare lo straordinario terzo posto di un Enea Bastianini che continua a incamerare punti pesanti; fuori dai primi 15 Valentino Rossi, mentre Marc Marquez si rifà con la quarta posizione. Gli altri piloti che nella classifica MotoGp avrebbero potuto giocarsi il Mondiale hanno ormai abdicato: Jack Miller e Joan Mir sono rispettivamente quinto e sesto, Johann Zarco addirittura dodicesimo. Sarà quindi un testa a testa Quartararo-Bagnaia, splendido e con la grande speranza che Pecco alla fine possa arrivare davanti al collega… (agg. di Claudio Franceschini)

I COSTRUTTORI

Parlando della classifica MotoGp la graduatoria dei Costruttori è sicuramente meno prestigiosa e tenuta in considerazione rispetto a quella dei Piloti, che catalizza tutta l’attenzione. Anche la classifica Costruttori della MotoGp merita però almeno qualche rapido accenno: la Casa di riferimento è la Ducati, che è prima con 250 punti avendo firmato ad Aragon il sorpasso sulla Yamaha, ora seconda a quota 242 punti perché la Rossa ha messo a referto una vittoria mentre i giapponesi solo l’ottavo posto – ricordiamo che ad ogni Gran Premio ciascuna Casa costruttrice prende i punti che spettano al suo pilota che si è piazzato meglio nell’ordine d’arrivo.

In tal senso dunque avere più piloti di livello potrebbe essere decisivo per la Ducati, che proverà a prendersi almeno il titolo Costruttori dal momento che nel Mondiale Piloti la situazione sembra invece compromessa. Si annuncia poi un bel duello per il terzo posto fra Suzuki e Ktm, con i giapponesi attualmente terzi con 174 punti e gli austriaci quarti a quota 171. Davvero deludente la Honda, solamente quinta a quota 135, infine l’Aprilia è sesta con 97 punti ma sta dimostrando segnali di crescita e speriamo che con l’arrivo di Maverick Vinales si possa fare ancora meglio. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

FOCUS SU ROSSI E MARQUEZ

Parlando della classifica MotoGp, spendiamo adesso qualche parola in più su due campioni che hanno segnato un’epoca del Mondiale Piloti e che adesso troviamo tristemente nelle retrovie, anche se con differenze significative fra di loro. Il primo è naturalmente Valentino Rossi, che ha annunciato il ritiro a fine stagione: il crepuscolo sembra davvero in tono minore, perché finora il 2021 del Dottore è francamente deprimente, con la miseria di 28 punti frutto di un ottavo, un decimo, un undicesimo, un dodicesimo, un tredicesimo e un quattordicesimo posto più sette Gran Premi fuori dalla zona punti, motivo per cui troviamo Valentino Rossi al ventunesimo posto nella classifica MotoGp.

Con molti alti e bassi è invece la situazione di Marc Marquez, che continua a fare fatica nel tornare ad alti livelli dopo l’infortunio di ormai oltre un anno fa, ma che alla perla della vittoria nel “suo” Sachsenring ha aggiunto domenica scorsa il secondo posto ad Aragon. Per il resto il numero 93 ha ottenuto tuttavia solo due settimi, un ottavo, un nono e un quindicesimo posto, per un totale di 79 punti che valgono all’otto volte campione del Mondo appena il decimo posto nella classifica MotoGp. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

VERSO MISANO!

La classifica MotoGp in vista dell’odierno Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini 2021, naturalmente sul circuito Santa Monica di Misano Adriatico, vede una situazione decisamente intrigante nel Mondiale Piloti, che vede infatti al comando il francese Fabio Quartararo della Yamaha, sempre in fuga solitaria al comando della classifica Mondiale, inseguito però dal campione del Mondo in carica Joan Mir e soprattutto da Francesco Bagnaia, perché Pecco vincendo ad Aragon si è preso il secondo posto e forse i gradi di leader per la Ducati. Quartararo ha vinto finora ben quattro gare, cioè la seconda del Qatar, a Portimao, al Mugello spezzando il dominio della Rossa nella corsa di casa per Borgo Panigale, ad Assen appena prima della lunga pausa estiva ed infine a Silverstone, un successo che forse ha definitivamente spianato la strada al francese.

Fabio Quartararo dunque comanda la classifica MotoGp con 214 punti, un dominio che avrebbe potuto essere ancora più netto se si pensa ad esempio che a Jerez stava dominando prima di accusare un netto cedimento fisico che lo ha relegato al tredicesimo posto finale, mentre a Barcellona Quartararo deve recitare il mea culpa, perché il suo sesto posto fu dovuto a una doppia penalizzazione. In ogni caso, il francese sta dominando e con il passare delle gare possiamo dire che per Quartararo il primato nella classifica MotoGp è meritato, perché fino a questo momento il pilota più forte della classe regina è stato proprio lui, anche se domenica scorsa non ha entusiasmato e potrebbe avere aperto una porta agli inseguitori.

CLASSIFICA MOTOGP: GLI INSEGUITORI

La classifica MotoGp vede dunque poi Bagnaia e Mir ad inseguire il leader Fabio Quartararo, ma con un distacco che ormai è davvero pesante. Citazione d’onore per Joan Mir, campione del Mondo in carica: 157 punti per lo spagnolo della Suzuki con la sua ormai proverbiale costanza, anche se non ha ancora mai vinto. Mir sta facendo quanto già era riuscito a fare l’anno scorso, la differenza è che Quartararo sta dominando come nessuno dei nomi più attesi aveva fatto l’anno scorso. Francesco Bagnaia tuttavia con la citata vittoria spagnola ha scavalcato Mir e adesso è Pecco ad occupare la seconda posizione a quota 161 punti, anche se per rimontare Quartararo servirebbe un capolavoro nel finale della stagione.

La lotta per la piazza d’onore dovrebbe dunque essere affascinante, ma è difficile pensare a qualcosa in più. Questo vale soprattutto per Johann Zarco, perché il francese con lo zero ad Aragon è rimasto fermo a quota 137 punti e adesso vede più lontani pure Bagnaia e Mir. Quinto posto con 129 punti per l’australiano Jack Miller, che completa il terzetto di piloti Ducati nelle posizioni di vertice e che vanta due vittorie ma anche qualche controprestazione di troppo, dunque sembra profilarsi per lui un finale da gregario di Bagnaia. C’è poi al sesto posto un buon Brad Binder, che porta la Ktm a quota 117 punti grazie anche alla vittoria di Ferragosto in Austria, ma chiaramente qui pensare all’iride è già ampiamente una chimera. La fuga solitaria di Fabio Quartararo non sembra avere rivali nella classifica MotoGp 2021, però Bagnaia…

CLASSIFICA MOTOGP, MONDIALE PILOTI

Fabio Quartararo (Yamaha) 234
Francesco Bagnaia (Ducati) 186
Joan Mir (Suzuki) 167
Johann Zarco (Ducati) 141
Jack Miller (Ducati) 140
Brad Binder (KTM) 124
Aleix Espargaró (Aprilia) 104
Maverick Vinales (Yamaha/Aprilia) 98
Marc Marquez (Honda) 92
Miguel Oliveira (KTM) 87
Jorge Martin (Ducati) 71
Alex Rins (Suzuki) 68
Takaaki Nakagami (Honda) 70
Pol Espargaró (Honda) 64
Enea Bastianini (Ducati) 61
Alex Marquez (Honda) 50
Franco Morbidelli (Yamaha) 40
Iker Lecuona (KTM) 38
Danilo Petrucci (KTM) 37
Valentino Rossi (Yamaha) 28
Luca Marini (Ducati) 28
Stefan Bradl (Honda) 13
Michele Pirro (Ducati) 7
Daniel Pedrosa (KTM) 6
Lorenzo Savadori (Aprilia) 4
Esteve Rabat (Ducati) 1

© RIPRODUZIONE RISERVATA