CLASSIFICA MOTOGP/ Mondiale piloti: Bagnaia nuovo leader iridato! (Jerez)

- Claudio Franceschini

Classifica MotoGp: il Mondiale piloti in vista del Gp Spagna 2021. Si corre a Jerez: Fabio Quartararo guida la graduatoria davanti a Bagnaia e Vinales, Valentino Rossi è ormai lontanissimo.

Fabio Quartararo vittoria MotoGp lapresse 2021 640x300
Classifica MotoGp: Fabio Quartararo in testa al Mondiale piloti (Foto LaPresse)

CLASSIFICA MOTOGP: BAGNAIA NUOVO LEADER

E’ bandiera a scacchi a Jerez e mentre si celebra la bella vittoria di Jack Miller (che fa doppietta Ducati con Bagnaia 2^) vediamo che è successo nella classifica della Motogp, chiusa la gara. Al termine del Gran premio di Spagna 2021, bella quarta prova del mondiale dobbiamo subito incoronare proprio Pecco Bagnaia come nuovo leader della graduatoria iridata: l’azzurro della Rossa di Borgo Panigale sorpassa Fabio Quartararo e vola al primo gradino della lista con ben 66 punti a favore. Dietro di lui troviamo ancora il francese della Yamaha con solo due lunghezze a separarli, e seguito sul podio dal compagno di squadra Vinales, ancora terzo e con   50 punti messi da parte finora. Gran passo avanti poi nella classifica della Motogp per Joan Mir che con 49 punti ottenuti, sale al quarto gradino e dunque sopravanza Johann Zarco che con Ducati Pramac rimane a quota 48 punti. Per la top ten del mondiale piloti ecco che troviamo poi di fila il vincitore di oggi Jack Miller, che sale a quota 39 punti, con alle spalle Aleix Espargaro (35), Morbidelli (sul podio e oggi a quota 33 punti), Alex Rins (23) e Brad Binder, decimo con 21 punti in sella alla KTM. Da segnalare che sono punti di peso oggi al Gran premio di Spagna 2021 anche per Marc Marquez che ora ha da parte 16 punti  e per Takaaki Nakagami, che ora vola alla undicesima posizione di classifica con 19 punti: 0 punti per Valentino Rossi oggi a Jerez. (agg Michela Colombo)

I PILOTI REGOLARI

La classifica MotoGp in vista del Gp Spagna 2021 ci presenta al momento parecchi piloti che sono riusciti ad entrare nei punti in tutte le tre gare fin qui disputate: ne contiamo sette, e due di loro sono saliti per due volte sul podio. Fabio Quartararo, con due vittorie consecutive, si è preso anche la prima posizione nel Mondiale piloti e alle sue spalle troviamo ovviamente Francesco Bagnaia, che senza quell’errore nel Gp Doha sarebbe forse stato tre volte sul podio. Per ora comunque un secondo e un terzo posto per Pecco, a conferma della sua crescita esponenziale; anche lui potrà giocarsi il titolo se la Ducati mostrerà questa regolarità. A proposito: l’anno scorso Joan Mir ha vinto il Mondiale con un solo successo di gara, lo spagnolo della Suzuki ha aperto la sua stagione nello stesso modo timbrando un quarto, un settimo e un terzo posto, è lì sornione e ha appena due punti meno di Johann Zarco, secondo nelle due gare in Qatar ma poi caduto in Portogallo. La regolarità dunque può essere premiata; lo sa bene anche il terzo della classe che è Maverick Vinales, anche se il pilota della Yamaha ufficiale dovrà fare decisamente meglio dell’undicesima piazza che ha timbrato a Portimao, altrimenti non salirà di colpi nella classifica MotoGp. (agg. di Claudio Franceschini)

LE DELUSIONI

Guardando meglio la classifica MotoGp, in questo momento sono due le grandi delusioni nel Mondiale piloti che fa tappa a Jerez, per il Gp Spagna 2021. Purtroppo uno di questi è Valentino Rossi: il Dottore non ha ancora trovato il feeling con la sua Yamaha Petronas e per due volte non è nemmeno arrivato a punti, in Portogallo è caduto mentre stava rimontando ma, nella migliore delle ipotesi, sarebbe finito forse entro i primi 10 senza andare troppo oltre. Per Rossi chiaramente i tempi delle lotte per il Mondiale sono finite, eppure ce lo aspettavamo più in alto nella classifica MotoGp, considerando che la Petronas l’anno scorso ha portato Franco Morbidelli al secondo posto; Miguel Oliveira aveva invece chiuso nono, vincendo anche la sua prima gara nella classe regina (a Imola) e in generale mostrandosi sempre molto veloce con la KMT: il portoghese ha infilato appena 4 punti in questo inizio di stagione, con un tredicesimo posto come miglior risultato, mentre l’anno scorso dopo le prime tre gare – e nonostante il ritiro proprio qui a Jerez, nella prima delle due gare in Andalusia – i suoi punti erano 18. Due piloti che vanno a caccia di riscatto, ma non è affatto detto che nel Gp Spagna 2021 riescano a trovarlo… (agg. di Claudio Franceschini)

VERSO IL GP SPAGNA A JEREZ

La classifica MotoGp ci introduce idealmente al Gp Spagna 2021: si corre domenica 2 maggio uno degli appuntamenti più interessanti della stagione, sulla pista di Jerez de la Frontera dove lo spettacolo è sempre assicurato. Come ci si arriva? La situazione dopo tre Gran Premi è ovviamente ancora in definizione, soprattutto se pensiamo a quanto si era visto l’anno scorso con la straordinaria bagarre durata fino al termine; tuttavia le due vittorie consecutive hanno permesso a Fabio Quartararo di riprendersi il primo posto nel Mondiale piloti, replicando quanto aveva fatto nel 2020.

Il Diablo dunque porta la Yamaha ufficiale al comando delle operazioni, riuscendo a sopravanzare lo scatenato Francesco Bagnaia che ha già fatto vedere di potersi giocare qualcosa di grosso: questo perché la Ducati sta andando come un treno in termini generali, anche se poi in pista ha sempre raccolto meno di quanto avrebbe potuto ha dimostrato grande competitività anche con le moto satellite, mentre la Yamaha da questo punto di vista deve ancora fare il salto di qualità e sta avendo qualche difficoltà di troppo, chiaramente sempre guardando all’aspetto generale.

CLASSIFICA MOTOGP: LA SITUAZIONE

Scorrendo ancora la classifica MotoGp troviamo Maverick Vinales sul podio virtuale: sono ormai anni che lo spagnolo si gioca la vittoria del Mondiale piloti ma per il momento non è ancora riuscito a fare il grande salto di qualità, certamente il talento non gli manca e non va dimenticato che è stato lui a prendersi la vittoria nel primo Gp della stagione. Segue poi Johann Zarco, che avrebbe potuto essere più in alto senza l’errore in Portogallo; il campione del mondo Joan Mir è in quinta posizione, intanto è il primo delle Suzuki e bisogna fare attenzione, perché anche nel 2020 lo spagnolo era partito in sordina ma grazie ai piazzamenti era poi riuscito a mettersi davanti a tutti, festeggiando con una gara di anticipo. Per questo avvio di classifica MotoGp sono confermate le difficoltà della KTM, per ora molto meno brillante rispetto all’anno scorso, e soprattutto della Honda: qui il rientro di Marc Marquez fa ben sperare, ma bisognerà verificare quali siano le reali condizioni fisiche del pluricampione del mondo, sicuramente già fortunato di essere arrivato al traguardo in Portogallo, visto che da 9 mesi non saliva ufficialmente su una moto.

CLASSIFICA MOTOGP

1. Francesco Bagnaia (Ducati) 66
2. Fabio Quartararo (Yamaha) 64
3. Maverick Vinales (Yamaha) 50
4. Joan Mir (Suzuki) 49
5. Johann Zarco (Ducati) 48
6. Jack Miller (Ducati) 39
7. Aleix Espargaro (Aprilia) 35
8. Franco Morbidelli (Yamaha) 33
9. Alex Rins (Suzuki) 23
10. Brad Binder (KTM) 21
11. Takaaki Nakagami (Honda) 19
12. Enea Bastianini (Ducati) 18
13. Jorge Martin (Ducati) 17
14. Pol Espargarò (Honda) 17
15. Marc Marquez (Honda) 16
16. Stefan Bradl (Honda) 11
17. Miguel Oliveira (KTM) 9
18. Alex Marquez (Honda) 8
19. Danilo Petrucci (KTM) 5
20. Luca Marini (Ducati) 4
21. Valentino Rossi (Yamaha) 4
22. Lorenzo Salvadori (Aprilia) 2
23. Iker Lecuona (KTM) 1

© RIPRODUZIONE RISERVATA