Classifica top 10 migliori Licei/ Eduscopio 2019-20: vince Nord, niente a sud di Pisa

- Niccolò Magnani

Super classifica top10 dei migliori Licei Scientifico e Classico d’Italia: dati Eduscopio 2019-2020, stravince il Nord mentre nessuno a sud di Pisa

scuola esame maturita 3 lapresse1280
LaPresse

I dati elaborati dal portale Eduscopio 2019-2020 oltre a fornire le varie classifiche sulle scuole superiori migliori d’Italia a seconda dei settori, delle scelte per gli studenti della terza media e dell’avviamento al lavoro, ha fornito anche una “super-classifica” dei 10 migliori licei del Paese . Qui sotto trovate l’elenco preciso per Scientifico e Classico, ma vi salterà subito all’occhio che non vi sono praticamente istituti da Pisa in giù: stravince il Nord Italia e qualche istituto dell’alto-Centro, ma per Centro-Sud è buio pesto sul fronte del prestigio, del merito e della migliore preparazione verso Lavoro o Università. La classifica “impietosa” prodotta dalla Fondazione Agnelli su Eduscopio vede città come Milano, Cuneo, Lecco, Vicenza, Pisa e Pavia, ma niente dalla Toscana in giù, una sorta di “spaccatura” del Paese che poi si riflette inevitabilmente anche sul fronte economico, aziendale e di sviluppo. Il Torquato Tasso di Roma e lo Jacopo Sannazaro di Napoli, rispettivamente undicesimo e trentunesimo, sono i due migliori esempi per le due principali del Centro-Sud italiano, e anche l’eccellenza del liceo classico Sesto Properzio di Assisi – che solo due anni fa era al comando della top 10 – è scivolato al 33esimo posto solo 24 mesi più tardi. La Fondazione Agnelli per elaborare la sua guida ha scelto come indice – il FGA – la performance dei ragazzi al primo anno di università: in sostanza tramite il numero di esami sostenuti e la media dei voti, il risultato è stato considerato diretta conseguenza della preparazione che le scuole hanno dato ai loro diplomati.

LA CLASSIFICA TOP10 PER LICEO SCIENTIFICO E CLASSICO

Ecco dunque la top 10 per Liceo Classico e Scientifico stabilito dai dati Eduscopio 2019-2020 e rielaborati poi dal Messaggero con una ulteriore stima sui punteggi di comparazione tra le più importanti città d’Italia (anche qui con risultati impietosi per il Centro-Sud). Per il Classico spicca in testa l’Alessandro Manzoni di Lecco (92,37 di FGA), seguito dall’Ugo Foscolo di Pavia (90,03), mentre al terzo posto è il Giambattista Bodoni di Saluzzo (Cuneo, 86,59): la classifica poi procede dal quarto al decimo posto dei migliori con il Marie Curie di Meda (Milano, 86.58), Alexis Carrel di Milano (86.47), il Peano-Pellico di Cuneo (85.28), il Piazzi-Lena Perpenti di Sondrio (84.93), il Camillo Golgi di Breno (Brescia, 84,30), l’Arimondi Eula a Savigliano (Cuneo, 83.80) e infine il Carducci-Alighieri di Trieste a 83.42 di Fga. Sul fronte Liceo Scientifico invece, la classifica elaborata da Eduscopio mette in mostra il Veneto con il Giovanni Battista Quadri di Vicenza al primo posto come migliore d’Italia e 91,36 di punteggio Fga; al secondo posto il Torquato Taramelli di Pavia (90,94), al terzo invece l’Ulisse Dini di Pisa (a 90,80). Quarto posto per il Peano Pellico di Cuneo (88.91), al quinto il Mascheroni di Bergamo (89.52); chiudono la top10, il Pier Luigi Nervi di Morbegno (Sondrio, 89,06), il Niccolò Copernico di Bologna (88,89), l’Ariosto-Spallanzani di Reggio Emilia (88.91) e il Giovan Battista Grassi di Lecco (88.76).



© RIPRODUZIONE RISERVATA