Cliff Concept Boutique in Norvegia/ Preiskolen, hotel a 604 metri a picco sul fiordo

Cliff Concept Boutique in Norvegia: sul Preiskolen, una vertiginosa costa rocciosa a picco, potrebbe sorgere presto un hotel a 604 metri di altezza sul fiordo…

Cliff Concept Boutique in Norvegia
Cliff Concept Boutique in Norvegia (Web, 2019)

Un hotel di lusso situato a strapiombo su di un fiordo, oltre che con sullo sfondo uno degli scenari più belli della Norvegia, e per giunta realizzato anche con materiali trasparenti per rendere ancora più mozzafiato (anche se non particolarmente adatta a chi soffre di vertigini…) l’esperienza dei suoi ospiti? Esiste: o, meglio, potrebbe diventare presto realtà dato che al momento è stato concepito solamente a livello di proposta ma è già diventato virale in Rete dopo che sono state rivelate le prime immagini e, ricordando come questo segmento turistico che coniuga avventura, comfort e resort rispettosi dell’ambiente (anche se non per tutte le tasche) è stato protagonista negli ultimi anni di un vero e proprio boom, non è difficile immaginare che potrebbe far bella mostra di sé sul Preiskolen. Quest’ultimo è infatti una falesia -ovvero una costa rocciosa a picco- di granito situata a strapiombo sul Lysefjord (letteralmente “il fiordo della luce”) nei pressi del comune di Forsand, piccolo villaggio a sud della penisola scandinava e nei progetti di uno studio di architettura turco ospiterà il Cliff Concept Boutique, un hotel deluxe che spingerà ancora più in là i limiti della fantasia nel settore delle strutture alberghiere.

IL CLIFF CONCEPT BOUTIQUE IN NORVEGIA

Il Cliff Concept Boutinque che verrebbe costruito in Norvegia sul Preiskolen (definito il “pulpito” dalla popolazione locale), a ben 604 metri di altezza e a strapiombo sull’acqua, è nell’idea dei progettisti un hotel-boutique, come suggerisce lo stesso nome, a nove stanze più un salone ricavato all’interno della stessa roccia ma capace di offrire una vista suggestiva e imperdibile ai suoi ospiti. Infatti questo albergo di lusso che dà letteralmente l’idea di essere sospeso sul vuoto dovrebbe essere strutturato su tre piani (destinati agli alloggi degli ospiti) tutti dotati di un proprio balcone più un quarto, ovvero la terrazza alla sommità che sarà dotata in parte di un pavimento trasparente e di una sorta di prolungamento del pavimento, come se fosse proprio un spuntone di roccia, capace di accentuare questa sensazione di vertigine. Non solo: la terrazza avrà oltre alle pareti pura una piscina realizzata con fondali trasparenti, cosa che nelle intenzioni dei progettisti dovrebbe rendere una maggiore sensazione di relax, anche se a occhio e croce potrebbe invece diventare una meta di culto soprattutto per gli amanti dell’adrenalina. Non è infatti un caso che proprio il “pulpito” del Lysefjord è stato in passato il set per una delle scene più entusiasmanti i “Mission: Impossibile – Fallout”, l’action-thriller che ha visto nel 2018 Tom Cruise tornare nei panni dell’agente Ethan Hunt.

IL PROGETTO TURCO E QUANDO SI FARA’…

Il progetto avveniristico del Cliff Concept Boutique nei pressi del villaggio norvegese di Forsand, come detto, è stato sviluppato dall’Hayri Atak Architectural Design Studio di Istanbul (e che tra l’altro è stato fondato solamente di recente, nel 2017). Sul sito dello studio di architettura, tuttavia, al momento non c’è alcuna indicazione in merito a una possibile realizzazione a breve del progetto che ad ogni modo sta riscuotendo un notevole successo e grazie a un paio di rendering ha fatto credere a qualcuno che sia già attivo e operante sulla falesia a strapiombo del Preiskolen, dal momento che quest’ultima è da sempre una delle principali attrazioni naturali del Paese scandinavo. Secondo i designer che stanno dietro a questa trovata, l’hotel dovrebbe essere realizzato in modo che diventi esoso stesso una “estensione della scogliera” pur senza trascurare tutti quei dettagli e comfort che posizionano un albergo nella fascia delle strutture di lusso. Pare inoltre che lo stesso Hayri Atak, fondatore dell’omonimo studio, sia stato ispirato da una suggestiva foto scattata al fiordo che ogni anno è meta di un vero e proprio ‘pellegrinaggio’ da parte degli appassionati di escursioni di tutto il mondo: “Anche se non ero li, ho percepito l’adrenalina di trovarsi sul ciglio: così ho deciso di dare vita a questa esperienza al limite” ha detto il diretto interessato che con questa struttura trasparente e che domina l’ambiente circostante sembra quasi voler riproporre in questo angolo di Norvegia l’emozionante visuale a 360 gradi che promette la prima piscina trasparente che presto potrebbe fare bella mostra di sé su uno dei grattacieli di Londra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA