Cloris Brosca, La Zingara di Rai1/ “Il rischio? Rimanere ingabbiata nel personaggio…”

- Valentina Gambino

Cloris Brosca, ecco cosa fa oggi la mitica Zingara della TV? L’attrice di teatro si racconta dopo la sua lunga avventura di Rai1.

cloris_borsco
Cloris Brosca, '90 Special

Ricordate la mitica Zingara di Rai1? Dal 1994 al 2000, Cloris Brosca, con la sua celebre “Luna Nera”, faceva schizzare gli ascolti alle stelle. Da allora sono passati quasi vent’anni e l’attrice, intervistata tra le pagine del settimanale Spy, racconta la sua vita attuale. Oggi le persone continuano a riconoscerla ma anche per il suo attuale impegno in teatro. Confida di essere stata molto grata per quel periodo, anche se ha avuto paura di rimanere “ingabbiata” in quel personaggio: “Questo è il rischio… D’altro canto credo che ognuno sia responsabile del proprio destino e quindi andare oltre credo dipenda solo da me”. Rientrare in teatro quindi, è stato un po’ difficile dopo lo straordinario successo televisivo, ma solamente perché “ero rimasta fuori da quei giri per troppi anni. Quando ho fatto La Zingara ero talmente occupata, sia d’inverno sia d’estate, che avevo veramente poco tempo per fare teatro. Rientrare non è stato facile”.

Cloris Brosca, ecco cosa fa oggi la mitica Zingara della TV

Cloris Brosca ha indossato i panni della Zingara per quasi 8 anni: “Lo prendevo semplicemente come un lavoro, anche se le persone per strada mi fermavano e mi chiedevano cose strane come i numeri per vincere al Lotto oppure semplicemente di essere toccati per avere fortuna. In quel periodo ero sempre di corsa e non avevo neanche il tempo di pormi la domanda. “Ma come mi sento io in tutto questo” Come posso volgere questa cosa verso i miei mietessi, quelli teatrali? Non sono nascita a chiedermelo, ero un po’ troppo frastornata da tutta una serie d’impegni…”. Quando è riuscita a porsi questa domanda è stata ferma per anno, giusto per capire cosa volesse davvero: “Ed è stato quello il passaggio che mi ha permesso di trasformarmi (…) Ho cominciato a buttar giù idee e testi per spettacoli e reading: il primo per il carcere femminile di Rebibbia”. “La Zingara riguardava un ambito un po’ lontano da ciò che m’ interessava davvero. – aggiunge – Mi sarebbe piaciuto partecipare a qualche fiction, piuttosto che a spettacoli di intrattenimento. Ma non mi sono mai proposta”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA