COLLEFERRO, 21ENNE UCCISO A CALCI E PUGNI: 4 FERMI/ Intervenuto per proteggere amico

- Davide Giancristofaro Alberti

Choc a Colleferro, dove un 21enne è stato ucciso in strada, dopo essere stato preso a calci e pugni: 4 giovani fermati, tentava di proteggere un amico

carabinieri 2 lapresse1280 640x300
(LaPresse)

Si chiamava Willy Monteiro Duarte il giovane 21enne ucciso la scorsa notte a Colleferro dal branco. Quattro giovani lo avrebbero picchiato in strada con calci e pugni mentre tentava di placare una rissa. E’ quanto rivela in queste ore il quotidiano Repubblica.it che aggiunge ulteriori dettagli all’assurda vicenda avvenuta alle porte di Roma. Willy è giunto in ospedale senza vita. I suoi presunti assassini avrebbero età compresa tra i 22 ed i 26 anni. Stando ad una prima ricostruzione, Willy si trovava con un amico e sarebbero entrambi rimasti coinvolti in una rissa in un locale quando il branco si è scagliato contro un amico. A quel punto il 21enne, nel tentativo di proteggerlo, si sarebbe intromesso invitando gli aggressori a smetterla ma questo avrebbe scatenato ancora di più il branco che a quel punto avrebbe puntato al 21enne massacrandolo letteralmente di botte. Il pestaggio mortale sarebbe avvenuto ad opera di giovane già noti alle forze dell’ordine. La vicenda ricorda in maniera drammatica quanto avvenuto tre anni fa ad Emanuele Morganti, giovane di Altri. Willy aveva una sorella più piccola e frequentava l’istituto alberghiero di Fiuggi. Lavorava come cuoco ma sognava di diventare un calciatore. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

MASSACRATO DI BOTTE

Choc a Colleferro, comune a due passi da Roma, dove un ragazzo di appena 21 anni è stato ucciso a suon di botte dopo una maxi rissa scoppiata in strada. La notizia è riportata da praticamente ogni organi di informazione stamane, a cominciare dall’edizione online di TgCom24, che fornisce i dettagli di questa vicenda a tratti agghiacciante. La vittima è stata soccorsa in condizioni disperate dopo essere stato malmenato, e una volto raggiunto dagli uomini del 118 è però deceduto prima ancora di arrivare in ospedale a causa dei gravissimi traumi riportati. I carabinieri hanno già fermato alcune persone e le loro posizioni sono al vaglio degli investigatori, nel contempo, sono già scattate le indagini per ricostruire con esattezza l’accaduto e risalire a tutti i colpevoli, anche con testimonianze e la visione dei filmati delle telecamere di sicurezza. I fatti risalirebbero alla scorsa notte, precisamente fra le ore 4:00 e le ore 5:00, quando il giovane viene appunto trovato a terra ormai in fin di vita.

COLLEFERRO, 21ENNE UCCISO IN STRADA: OBIETTIVO SBAGLIATO E QUESTIONI DI DROGA

L’episodio è avvenuto in largo Oberdan, la zona della movida, mentre la vittima viveva a Paliano, un comune in provincia di Frosinone, assieme alla famiglia. Secondo quanto riferito da Cronache Cittadine, le persone fermate dalle forze dell’ordine sarebbero cinque, sembra residenti ad Artena, nella provincia di Roma. Dopo aver individuato il 21enne, gli avrebbero teso un’imboscata per poi prenderlo a calci e pugni, fino ad ucciderlo. Dopo di che sarebbero partiti a bordo di un’Audi Q8, facendo perdere ogni loro traccia, seppur per poche ore. Alcune voci raccontano che la gang abbia addirittura sbagliato obiettivo, in quanto ai carabinieri avrebbe confessato di voler pestare un altro ragazzo, e non quello che poi è tragicamente deceduto. Sul movente, invece, tutto tace, anche se non è da escludere, visto il modus operandi, una spedizione punitiva per qualche sgarro subito, forse questioni di droga.



© RIPRODUZIONE RISERVATA