COLLETTA ALIMENTARE 2020, DIRETTA SOCIAL/ Oltre 83 milioni di pasti donati in 5 anni

- Raffaele Graziano Flore

Al via alle ore 14:00, fra poco più di un’ora, la seconda diretta social della Colletta Alimentare 2020: la prima è stato un successo

La Colletta "dematerializzata" organizzata dal Banco Alimentare
La Colletta "dematerializzata" organizzata dal Banco Alimentare (Web, 2020)

C’è un motivo se la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare si è affermata in questi anni come uno degli appuntamenti più importanti dal punto di vista della solidarietà. Basti pensare che negli ultimi 5 anni sono state raccolte qualcosa come 41.628 tonnellate di cibo equivalenti a 83.256.082 pasti per persone bisognose. Quest’anno sarà senza dubbio complicato mobilitare lo stesso numero di persone con le restrizioni per il Covid in vigore, ma come recita anche lo stesso slogan della 24esima Giornata Nazionale della Colletta Alimentare: “Cambia la forma, non la sostanza”. Oltre alle “gift card” da due, cinque e dieci euro, disponibili presso le casse dei supermercati italiani, il cui valore sarà convertito in prodotti alimentari non deperibili come pelati, legumi, alimenti per l’infanzia, olio, pesce e carne in scatola e altri prodotti utili, è possibile aiutare le circa 8mila strutture caritative convenzionate che sostengono oltre 2.100.000 persone con una donazione sul sito https://www.collettaalimentare.it/. (agg. di Dario D’Angelo)

COLLETTA ALIMENTARE 2020, DIRETTA SOCIAL: GIFT CARD IN VENDITA FINO ALL’8 DICEMBRE

Neanche il Covid può fermare la solidarietà messa in campo ogni anno da Banco Alimentare. La colletta, che per la prima volta si svolge in maniera “dematerializzata”, non si esaurirà infatti in una sola giornata. Per dare modo a tutti di dare il proprio contributo, le gift card saranno a disposizione fino all’8 dicembre nei punti vendita che aderiscono alla Colletta e acquistabili online sul portale www.mygiftcard.it. Giovanni Bruno, presidente della Fondazione Banco Alimentare Onlus, come riportato da SkyTg24, ha ribadito l’importanza di partecipare all’iniziativa, a maggior ragione in un anno così particolare: “Il bisogno alimentare cresce di pari passo con il crescere della crisi sanitaria che, ogni giorno di più, si manifesta come crisi sociale ed economica. Banco Alimentare ha reagito in questi mesi cercando di incrementare lo sforzo organizzativo messo in campo. Purtroppo col passare del tempo cresce anche il timore, lo smarrimento e per molti il rischio di rinchiudersi in se stessi“. (agg. di Dario D’Angelo)

COLLETTA ALIMENTARE 2020, DIRETTA SOCIAL: SUCCESSO DELLA PRIMA LIVE

Si è tenuta alle ore 10:00 la prima Diretta Alimentare, l’iniziativa social per la tradizionale Colletta Alimentare di questo 2020. L’evento è stato trasmesso in diretta streaming attraverso la pagina Facebook ufficiale del Banco Alimentare, ed ha coinvolto numerosi partecipanti. Diversi coloro che hanno lasciato il proprio commento sotto al post dedicato, come ad esempio questa ragazza della Biblioteca Apostolica Vaticana, che ha scritto: “Sfida culturale: nuovi strumenti a cui per mentalità siamo sempre stati resistenti. Ma questa pandemia per chi guarda con il cuore ha aperto a molte opportunità e ha mostrato grande generosità. Un abbraccio dal BAV”. E ancora: “Vivendola sto scoprendo cosa vuol dire SOSTANZA, non solo i risultati ma tutte le cose che succedono… ad esempio dialogare con le commesse o col mio parroco su cosa significa per me… Mi ritrovo in alcune azioni che non farei mai senza questa SOSTANZA che mi coinvolge!”. Ricordiamo che alle 14:00 vi sarà la seconda delle tre dirette di quest’oggi (si chiuderà alle 18:00), e che è attiva la selfie challenge, ovvero, la sfida di scattarsi una foto con la card in mano e di postarla poi sui social. Qui sotto potrete rivedere la diretta delle ore 10:00, buona visione. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

COLLETTA ALIMENTARE 2020, DIRETTA SOCIAL: VIDEO, ANCHE COCA COLA CON BANCO ALIMENTARE

E’ scattata pochi minuti fa la prima diretta social della Colletta Alimentare 2020. Ricordiamo infatti che quest’anno, la tradizionale raccolta di cibo per i bisognosi, si farà live, appunto via social network, oppure, acquistando una gift card presso i supermercati. Numerose le aziende a sostegno di questa splendida iniziativa, fra cui la Coca-Cola, per il quarto anno consecutivo a fianco di Banco Alimentare. Il famoso camion dell’azienda americana affiancherà i mezzi del Banco Alimentare per trasportare i vari generi alimentari. “La partnership con Coca Cola – le parole all’Ansa di Giovanni Bruno, presidente della Fondazione Banco Alimentare Onlus – è consolidata da anni e sappiamo di poter sempre contare sul loro sostegno. Sarà un Natale diverso dal solito e anche la Colletta Alimentare si svolge con modalità differenti, per ragioni di sicurezza. Lo spirito però è lo stesso di sempre”. Così invece Giuliana Mantovano, direttore marketing di Coca-Cola Italia: “Quest’anno abbiamo imparato l’importanza di stare vicini anche quando siamo distanti. Coca-Cola invita tutti a donare, riscoprendo l’importanza della solidarietà e il piacere di compiere gesti di generosità”. Sempre a sostegno della Colletta Alimentare 2020, il tradizionale Coca-Cola Christmas Market è stato “trasferito” su Amazon, dove sarà possibile donare e fare qualcosa per gli altri. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

COLLETTA ALIMENTARE 2020 IN DIRETTA SOCIAL, DA MARIO VENUTI A LAPO: SOSTEGNO VIA WEB

Oggi si terrà la Colletta Alimentare 2020, per la prima volta totalmente live, in digitale, causa la pandemia di coronavirus che non ha permesso di organizzarla in versione classica per ragioni di sicurezza, con la possibilità anche di acquistare delle “gift card” ai supermercati da donare poi al Banco Alimentare. Tre saranno gli appuntamenti cruciali, il cui primo scatterà fra meno di tre ore, precisamente alle ore 10:00; si tratta nel dettaglio della Diretta Alimentare, appunto dei live via social che coinvolgeranno quanta più gente possibile, e ovviamente anche personaggi noti. Nel frattempo sono già moltissimi coloro che si sono spesi in favore della Colletta Alimentare 2020, come ad esempio il cantante siciliano Mario Venuti, che sulla propria pagina Facebook negli scorsi giorni ha scritto: “Aderiamo alla #collettaalimentare, fino all’8 dicembre nei supermercati aderenti all’iniziativa. Le #Card diventano i nuovi “contenitori” della #spesa che quest’anno non può più essere donata fisicamente, per ragioni di sicurezza sanitaria. #cambialaformamanonlasostanza”. Così invece la sindaca di Torino, Chiara Appendino: “Dal 21 novembre al 8 dicembre, la spesa si fa con l’acquisto di “gift card” direttamente alla cassa o online. Perchè come evidenziano dal @BancoAlimentare, “cambia la forma, ma non la sostanza”. #CollettaAlimentare”. Infine il post pubblicato da Lapo Elkann in occasione della recente sfida fra Italia e Bosnia: “Parte da OGGI la campagna #ÈilnostroDovere #OurDuty . La Nazionale Italiana scende in campo per gli italiani nella raccolta di cibo e soldi da destinare al Banco Alimentare e la Croce Rossa Italiana. Potete donare su http://fondazionelaps.org”. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

COLLETTA ALIMENTARE 2020 C’È! COME SI FA SPESA QUEST’ANNO? GIFT CARD AL SUPERMERCATO

Come recita il claim dell’edizione di quest’anno, “cambia la forma non la sostanza”: torna la “Colletta Alimentare 2020”, l’iniziativa della Fondazine Banco Alimentare onlus  che oramai da oltre 30 anni si occupa di recuperare le eccedenze alimentari in modo che queste non vengano buttate ma possano essere redistribuite alle varie strutture caritative, oltre 8.000, che operano sul territorio italiano e aiutare così tutti coloro che sono in difficoltà e spesso non possono permettersi un pasto. Giunta oramai alla sua 24esima edizione la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare si tiene tradizionalmente l’ultimo sabato di novembre, anche se questa volta, vista la contingente situazione sanitaria e le restrizioni dovute alla pandemia da Covid-19, sarà un’edizione “dematerializza” e più lunga (fino all’8 dicembre),  in cui però lo spirito di questa kermesse resterà immutato dato che gli effetti negativi del doloroso ma necessario lockdown nel nostro Paese, hanno accentuato la crisi economica e reso ancora più problematiche le condizioni di vita di coloro che versavano già in condizioni di povertà. Ma vediamo come si svolgerà quest’anno la Colletta Alimentare e a cosa hanno pensato gli organizzatori.

COLLETTA ALIMENTARE 2020, COME FUNZIONA?

La Giornata Nazionale della Colletta Alimentare 2020 (partita lo scorso 21 novembre e a cui si potrà partecipare fino al prossimo 8 dicembre) si propone di affrontare l’emergenza sociale e appunto alimentare che colpisce le fasce di popolazione più deboli del nostro Paese, pur nel bel mezzo della seconda ondata della pandemia da Coronavirus, in una forma inedita ovvero sostituendo i tradizionali scatoloni e pacchi a cui si era abituati con una card digitale in modo da garantire la raccolta del cibo nel rispetto delle norme di sicurezza vigenti e grazie anche alla collaborazione di tutti quei supermercati e punti vendita che aderiscono a questa edizione. Questa volta la storica iniziativa del Banco Alimentare si svolgerà per mezzo di card prepagate da 2, 5 e 10 euro, disponibili nei punti vendita, presso le casse dei supermercati e sul sito MyGiftCard.

LA GIFT CARD E LA SPESA “DEMATERIALIZZATA”

A spiegare il senso di quest’iniziativa e le modalità per partecipare alla Colletta 2020 ci ha pensato Giovanni Bruno Presidente della Fondazione Banco Alimentare, ricordando che nell’ultimo periodo le richieste di aiuto sono aumentate del 40% e che questo trend purtroppo non si arresterà certo a Natale e nei prossimi mesi. “Chiediamo a tutti di entrare a fare parte di questa rete di solidarietà scegliendo un gesto semplice di carità” ha spiegato aggiungendo che ogni anno venivano mobilitati oltre 145mila volontari, cosa non fattibile quest’anno per via dell’emergenza Covid-19 e il divieto di assembramenti. “La Colletta dematerializzata rappresenta il tentativo operativo che proponiamo quest’anno per coniugare diritto al cibo e sicurezza sanitaria: alla fine il valore complessivo delle gift card acquistabili nei supermercati sarà convertito in prodotti alimentari non deperibili e consegnato alle sedi regionali del Banco Alimentare” ha precisato.

Nella sua presentazione dell’iniziativa, Giovanni Bruno ha fatto riferimento anche a tutta quella rete di circa 8mila strutture caritative convenzionate che aiuteranno una platea di oltre due milioni di persone. Ricordando che per l’edizione 2020 è stata lanciata pure una campagna di promozione (tra i cui testimonial c’è anche Paolo Cevoli che sostiene una spesa “a prova di patacca!”) e che è possibile seguire i canali social del Banco Alimentare per avere tutte le informazioni, segnaliamo anche che a questo link si può acquistare una Charity card nei tre diversi tagli, attivabile entro dodici mesi e che può anche rappresentare un regalo di Natale per chi ha più bisogno.



© RIPRODUZIONE RISERVATA