JUVENTUS/ Sorrisi e trofei: ecco come dovrà essere il 2011 bianconero

- Luciano Zanardini

Coppa Italia e scudetto: ecco gli obiettivi dei bianconeri per il nuovo anno

delpiero_festeggiato_R375x255_27ago
Alessandro Del Piero, capitano della Juve (Foto Ansa)

La fine di un anno avaro di emozioni lascia il posto all’inizio di un 2011 che possa riportare il sorriso – e soprattutto i trofei – alla Juventus. Con questo auspicio i tifosi bianconeri salutano il 2010 e danno il benvenuto al nuovo anno: è forte la consapevolezza di poter lottare per un grande traguardo. L’anno che se ne va è stato deludente sotto molti profili: dalla cattiva gestione societaria alla direzione tecnica. Ora con Andrea Agnelli, Beppe Marotta e Gigi Del Neri ci sono tutti i presupposti per fare bene. La squadra è competitiva e con un ritocco importante può puntare allo scudetto. Per vincere dovrà lottare con il Milan (la favorita numero uno), la sempre viva Roma e l’Inter (trascinata dalla voglia di riscatto di Leonardo).

I bianconeri non hanno una rosa all’altezza delle due compagini milanesi, ma possono trarre beneficio dall’eliminazione precoce in Europa League: le principali avversarie almeno fino a marzo saranno impegnate anche in Champions. La Vecchia Signora ha fame di vittorie con il gruppo storico (Chiellini, Del Piero e lo stesso Buffon fino a giugno) che vuole dare modo ai loro tifosi di poter festeggiare. Nonostante la classifica non esaltante (quando si vince lo scontro diretto non si può essere a 5 punti dalla vetta: sono stati persi molti punti sul percorso), la squadra cresce a vista d’occhio e con il pieno recupero degli infortunati (Grygera e Martinez) può ampliare le possibilità di scelta del tecnico.

Si attende anche il rientro di Amauri, anche se pare sempre più vicina la cessione di uno tra lui e Iaquinta per far posto a un’altra punta (Gilardino, Toni o Crespo), un uomo d’area. Anche Lanzafame dice addio per cercare maggiore spazio. Gli schemi di Del Neri, comunque, funzionano: non si può spiegare altrimenti il migliore attacco del campionato. In difesa sarà interessante valutare il pieno inserimento di Traorè. Il 2011 può sorridere alla Juventus: è importante, però, che non venga sottovalutata anche una competizione come la Coppa Italia, perché la bacheca è troppo impolverata. E non dimentichiamoci che le squadre di Del Neri nella seconda parte della stagione corrono. Sognare è lecito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori