CALCIOMERCATO/ Juventus, Del Neri ha perso la bussola: a Vinovo regna la rassegnazione

- Luciano Zanardini

Nuova stagione fallimentare per i bianconeri                                                                                                          

del_neri_r400
Gigi Del Neri (foto Ansa)

Atmosfera irreale in quel di Vinovo. I fantasmi di un’altra stagione ai margini del calcio che conta tormentano le notti e le giornate dei giocatori bianconeri. In generale regna la rassegnazione, che in alcuni casi (con i più carismatici Buffon, Del Piero e Chiellini) è sinonimo di sconforto. Molti calciatori non vedono l’ora che tutto finisca. E Del Neri? Se fino a due settimane fa era praticamente sicuro di avere la fiducia della società, oggi non lo è più. Andrea Agnelli lo difende pubblicamente, ma in privato non gli ha risparmiato le critiche e le considerazioni. Il tecnico di Aquileia si sente tutelato, ma non abbastanza. Resta il fatto che la corsa alla Champions è sempre più in salita: molto dipenderà dal ritmo dell’Udinese e dal desiderio degli juventini di migliorare l’amaro bottino dell’annata passata (la qualificazione nell’Europa dei poveri). Di fronte alle polemiche, l’ex allenatore della Samp ha perso la bussola, cambiando anche più soluzioni in corsa. Quest’anno – tranne Krasic nella prima parte della stagione – la Juve non ha mai giocato sulle fasce, mettendo in mostra una buona organizzazione ma quasi fine a se stessa.

Forse sarebbe stato più opportuno vagliare con convinzione (e non per disperazione) altre soluzioni, fra queste anche il tridente offensivo. Adesso, però, è un’ipotesi irrealizzabile visto e considerato che il centrocampo è nuovamente ridotto ai minimi termini: senza Sissoko non si può fare un centrocampo a tre muscolare. Quando è calato, infatti, il rendimento nella fascia centrale del campo, la difesa ha incominciato ad andare in crisi e a subire troppe reti. L’unica certezza è che la Vecchia Signora di oggi non può prescindere dalla classe di Del Piero, l’unico leader della compagine. Pinturicchio meriterebbe più spazio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori