Concorso Banca d’Italia/ 105 assunzioni per diplomati e laureati: requisiti e domanda

- Carmine Massimo Balsamo

Concorso Banca d’Italia, bando in scadenza 18 giugno 2020: requisiti di ammissione e di assunzione per 105 diplomati e laureati, ecco le info.

pd banche dl imprese
La sede di Banca d'Italia (Lapresse)
Pubblicità

Concorso della Banca d’Italia per 105 assunzioni per diplomati e laureati in vari profili professionali, bando in scadenza il prossimo 18 giugno 2020. Un’ottima opportunità di lavoro quella dell’istituto di diritto pubblico, che ha prorogato la scadenza del bando causa la proroga al 15 giugno 2020 dell’ultima sessione di laurea dell’anno accademico 2018/2019 per l’emergenza coronavirus. Sul sito della Banca d’Italia è disponibile il banco con i requisiti di partecipazione e di assunzione, che chiama in causa laureati triennali e diplomati per l’assunzione a tempo indeterminato di: 10 Assistenti (profilo amministrativo) con orientamento nelle discipline economiche, 10 Assistenti (profilo amministrativo) con orientamento nelle discipline giuridiche, 20 Assistenti (profilo amministrativo) con orientamento nelle discipline statistiche, 25 Assistenti (profilo tecnico) con orientamento nel campo dell’ICT1 e 40 Vice assistenti (profilo amministrativo).

Pubblicità

CONCORSO BANCA D’ITALIA, 105 ASSUNZIONI PER LAUREATI E DIPLOMATI

Oltre ai classici requisiti da concorso – Età non inferiore agli anni 18, Cittadinanza italiana, Idoneità fisica alle mansioni, Godimento dei diritti civili e politici, Non aver tenuto comportamenti incompatibili con le funzioni da svolgere in Banca d’Italia – nel bando sono specificati i titoli di studio necessari per poter accedere al concorso di Banca d’Italia: clicca qui per il bando e la domanda da presentare. Dopo un periodo di prova di sei mesi, i 105 vincitori del concorso saranno assunti con un contratto a tempo indeterminato e saranno assegnati ad una delle sedi dell’Istituto, presso la quale saranno vincolati a restare almeno per due anni. Successivamente, ricorda l’istituto, sarà possibile presentare domanda di trasferimento ad altra sede.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità