Concorso funzionari Ministero Giustizia/ Oggi scadenza bando: 2329 posti, requisiti

- Emanuela Longo

Concorso per 2329 funzionari Ministero della Giustizia: scade oggi il termine per la presentazione della domanda, ecco i requisiti

Concorso straordinario docenti
Concorso funzionari Ministero Giustizia

Scade oggi, 9 settembre 2019, il bando per il concorso di funzionari indetto dal Ministero della Giustizia nel mese di luglio scorso e destinato a ben 2329 aspiranti dipendenti. Sono questi i posti a disposizione nei quali i candidati che supereranno il concorso saranno inseriti nei vari impieghi e con contratto a tempo indeterminato. Solo un giorno a disposizione, dunque, per presentare la domanda di partecipazione e tentare di conquistare uno degli oltre duemila posti disponibili presso il ministero della Giustizia. Dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale alla fine di luglio, ormai l’opportunità di presentare apposita domanda, rispettando i requisiti richiesti, sta per concludersi. Per partecipare i candidati dovranno anzitutto essere in possesso di un titolo di laurea in una delle seguenti discipline: Giurisprudenza, Scienze Politiche ed Economia. Fino a dieci giorni fa, come spiega Tpi.it, coloro che avevano già presentato domanda per partecipare al concorso erano oltre 16mila. I possessori dei requisiti richiesti che però non hanno ancora concluso la presentazione, dovranno affrettarsi per non perdere questa occasione.

CONCORSO FUNZIONARI MINISTERO GIUSTIZIA: SCADENZA DOMANDA

Il bando del Ministero della Giustizia in merito al concorso per 2329 contratti a tempo indeterminato, prevede i seguenti posti: 2242 (ovvero la maggior parte) come funzionari giudiziari per l’Amministrazione giudiziaria, destinati agli uffici giudiziari; 67 posti per funzionari amministrativi nei ruoli del Dipartimento per la giustizia minorile e di comunità e 20 posti per funzionari dell’organizzazione e delle relazioni nei ruoli del Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria. Stando a quanto riportato dal bando, di questi posti, il 30% è riservato ai volontari in ferma breve e ferma prefissata delle Forze armate congedati senza demerito, ai volontari in servizio permanente, nonché agli ufficiali di complemento in ferma biennale e agli ufficiali in ferma prefissata che hanno completato senza demerito la ferma contratta. Chi intende presentare la domanda potrà farlo esclusivamente in via telematica, recandosi sul sito internet del Ministero della Giustizia, nell’apposita sezione dedicata al concorso in scadenza. Successivamente, i candidati saranno ulteriormente scremati attraverso la prova preselettiva, seguita dal classico scritto e quindi dalla prova orale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA