Concorso Ministero della Difesa 2022/ Bando: come inviare domanda, posti, requisiti

- Alessandro Nidi

Concorso Ministero della Difesa 2022, bando pubblicato in Gazzetta Ufficiale: tutte le informazioni utili, i requisiti richiesti e le prove da superare

pexels concorsi pubblici flop 2022 640x300

È stato diramato il bando di concorso per il reclutamento di personale non dirigenziale e civile del Ministero della Difesa, che ha trovato pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale numero 56 del 15 luglio 2022. Esso prevede l’assunzione a tempo indeterminato di 264 figure professionali, però il 50% dei posti disponibili sarà riservato ai volontari in ferma breve o prefissata delle forze armate. Le assunzioni sono previste in diverse regioni d’Italia. Ma come ci si può candidare? E quali prove devono essere sostenute?

Partiamo innanzitutto dai profili ricercati nell’ambito del concorso del Ministero della Difesa: assistente tecnico per l’informatica; assistente tecnico per i sistemi elettrici ed elettromeccanici; assistente tecnico per la cartografia e la grafica; assistente tecnico chimico-fisico; assistente tecnico artificiere; assistente tecnico per l’edilizia e le manutenzioni; assistente tecnico nautico; assistente tecnico per l’elettronica e le telecomunicazioni; assistente tecnico per le lavorazioni; assistente tecnico per la motoristica, meccanica. Quanto ai requisiti richiesti, essi sono: cittadinanza italiana; età non inferiore ai 18 anni; possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado; idoneità psico-fisica; godimenti diritti civili e politici; non aver riportato condanne penali.

BANDO MINISTERO DELLA DIFESA 2022: LE FASI DEL CONCORSO

Le domande per il concorso del Ministero della Difesa 2022 potranno essere inviate solo online entro il 16 agosto, recandosi sul sito Inpa della pubblica amministrazione. Tre i test da superare: una prova selettiva scritta, una prova orale e la valutazione dei titoli. La prova scritta sarà diversa per ogni codice di concorso e sarà imperniata su un test di 40 domande a risposta multipla a cui fornire una risposta in 60 minuti e con un punteggio massimo di 30 punti e un punteggio minimo di 21.

Superato questo step, spazio alla prova orale, ovvero un colloquio nel quale si testeranno le competenze e la preparazione dei candidati, oltre all’accertamento della conoscenza della lingua inglese e delle tecnologie informatiche. Anche in questo caso, i punteggi massimi e minimi coincidono con quelli riferiti qui sopra. Da ultimo, si arriverà alla valutazione dei titoli e a ciascuno di essi sarà attribuito un valore massimo di tre punti. Si passerà quindi alla graduatoria finale e all’assunzione dei vincitori del concorso a tempo indeterminato dal Ministero della Difesa.







© RIPRODUZIONE RISERVATA