CONCORSO OPERATORI GIUDIZIARI/ Bando Piemonte, Puglia, Emilia e Liguria: i requisiti

- Davide Giancristofaro Alberti

Concorso operatori giudiziari. Sarà possibile presentare domanda da oggi in altre regioni italiane, leggasi Emilia, Liguria, Piemonte e Puglia

Concorso straordinario docenti
Concorso (immagine repertorio)

Il concorso per operatori giudiziari rappresenta per migliaia di persone l’occasione per entrare nel mondo di lavoro e di ambire ad un posto a tempo indeterminato, quasi un lusso di questi tempi. Si spiega anche in questo modo il rinnovato interesse che sta ruotando attorno al bando pubblicato dal Ministero della Giustizia, che ha messo in palio 616 posti. Un posto di lavoro che fa gola a tanti, ma quali sono i requisiti per partecipare? Viene richiesto il possesso del diploma di istruzione secondaria di primo grado (scuola media inferiore). Tra i requisiti anche il possesso di cittadinanza italiana o di altro stato Ue (sono ammessi altresì i familiari di cittadini italiani o di un altro Stato membro dell’Unione europea, che non abbiano la cittadinanza di uno Stato membro ma che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, nonché i cittadini di Paesi terzi titolari del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria). Viene richiesta inoltre idoneità fisica, fedina penale pulita e maggiore età. (agg. di Dario D’Angelo)

CONCORSO OPERATORI GIUDIZIARI

Il concorso per operatori giudiziari presso i tribunali, procede. Dopo che l’avviso per il bando è stato pubblicato dalle regioni Valle d’Aosta, Marche e Toscana, tocca ora a Liguria, Emilia-Romagna, Puglia e Piemonte. Un concorso che è iniziato in maniera un po’ travagliata viste le numerose incertezze riguardanti i tempi per la presentazione delle domande di partecipazione, nonché le procedure per le stesse. Ricordiamo che in totale i posti per i candidati messi a disposizione dal Ministero della giustizia sono 616, e al lavoro per accogliere o meno le domande vi sono i Centri provinciali per l’impiego, i CPI. Affinché si possa presentare la domanda serve che il richiedente sia in possesso del solo titolo di scuola media inferiore, e la domanda dovrà essere presentata, per quanto riguarda l’Emilia Romagna, entro e non oltre il 18 dicembre 2019 presso le sede provinciali, dalle ore 9:00 alle ore 13:00. I posti disponibili in regione saranno 35, divisi fra Bologna 20, Rimini, 5, Modena 4, Reggio Emilia 2, Ferrara 1, Forlì 1, Parma 1, Ravenna 1.

CONCORSO OPERATORI GIUDIZIARI: I REQUISITI NECESSARI

In Liguria i posti saranno invece 15, mentre in Puglia 26 e in Piemonte 21. Nel primo caso la scadenza per la presentazione delle domande è fissata, in merito alla provincia di Genova, a oggi per le lettere comprese fra la A e la D, e le operazioni si concluderanno venerdì 6 dicembre per le successive lettere dell’alfabeto. Per quanto riguarda Savona, invece, i termini scadranno il 4 dicembre. In Puglia, invece, la domanda dovrà essere presentata fra il 9 dicembre e il 13 dicembre, presso i vari Cpi di competenza. In Piemonte, infine, scadenza dei termini fra il 10 e il 16 dicembre, oppure attraverso la PEC, la posta elettronica certificata, non oltre il 16 dicembre alle ore 12:00. Colui che vorrà presentare la domanda dovrà essere iscritto ad un centro per l’impiego, dovrà essere un cittadino italiano o di un altro stato Ue, dovrà avere almeno 18 anni, godere in pieno dei diritti civili e politici, ed essere idoneo fisicamente. Dopo l’elenco delle candidature, si procederà allo svolgimento delle prove di selezioni d’ingresso, e ad un eventuale colloquio successivo. Il lavoro prevede un’assunzione a tempo indeterminato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA