Concorso scuola straordinario, via a domande/ Gissi (Cisl): “Perché in piena estate?”

- Silvana Palazzo

Concorso scuola straordinario, via a domande fino al 10 agosto. Gissi (Cisl): “Perché in piena estate? Sovrapposizione con termini di presentazione graduatorie”

concorso scuola
Immagine di repertorio (LaPresse)

Si è aperta ieri ufficialmente la procedura di iscrizione al concorso scuola straordinario. In Gazzetta Ufficiale non erano state pubblicate solo le modifiche e le integrazioni al decreto per quanto riguarda la procedura straordinaria, per titoli ed esami, per l’immissione in ruolo di docenti della scuola secondaria di primo e secondo grado su posto comune e di sostegno. Sono state rese note infatti le nuove date di iscrizione alla prova per il concorso scuola. Quindi il bando è stato adeguato alle novità prodotte dal Parlamento nel decreto scuola che è stato approvato lo scorso 6 giugno, ma si è stabilito che i candidati per i 32mila posti messi a bando con la procedura concorsuale dalle 09:00 di ieri, sabato 11 luglio 2020, possono presentare la propria istanza di partecipazione. Hanno tempo fino al 10 agosto 2020. Se la situazione epidemiologica dovesse consentirlo, la prova scritta potrebbe essere anche sostenuta in una regione diversa rispetto a quella del posto per il quale è stata fatta domanda.

CONCORSO SCUOLA, CISL “PERCHÉ DOMANDE IN ESTATE?”

La prova scritta va superata col punteggio minimo di sette decimi o equivalente. Dura 150 minuti, si svolge con sistema informatizzato ed è distinta per classe di concorso e tipologia di posto. A chi riuscirà a passare il concorso scuola straordinario per l’immissione in ruolo nell’anno scolastico 2021/2022 ma rientra nella quota dei posti destinati alla procedura per questo anno scolastico, cioè quello 2020/2021, è riconosciuta la decorrenza giudica del rapporto di lavoro dall’1 settembre 2020.

Ma Cisl Scuola è molto critica sulle novità del concorso scuola straordinario. La segretaria del sindacato Maddalena Gissi ritiene che si sia agito con troppa fretta. «Non vi era alcun motivo per sovrapporre ulteriori scadenze e incombenze a carico di una categoria di docenti. Era proprio il caso, quindi, di sovrapporre i termini di presentazione delle graduatorie con la calendarizzazione delle domande del concorso straordinario?». A farne le spese secondo Cisl Scuola il personale docente precario. «Come se non bastasse, per partecipare al concorso straordinario verrà richiesto un contributo di partecipazione di 50 euro a procedura. In prima battuta la cifra richiesta era di 40 euro». Ma nei concorsi ordinari il contributo è di 10-15 euro.



© RIPRODUZIONE RISERVATA