CONTO CORRENTE AZIENDALE/ Quando aprirlo e quali vantaggi offre

- La Redazione

Sia che la sua apertura rappresenti un obbligo oppure soltanto un’opzione vantaggiosa, un conto corrente aziendale è ormai indispensabile

Conto corrente aziendale 1280 640x300

Facilitare e snellire le attività finanziarie e contabili all’interno di un’azienda è essenziale per portare avanti il business in maniera armonica, massimizzando il fatturato. Ci sono alcuni strumenti che più di altri sono in grado di offrire supporto in questo senso, primo tra tutti il conto corrente aziendale. Sia che la sua apertura rappresenti un obbligo oppure soltanto un’opzione vantaggiosa, stiamo parlando di uno strumento che è ormai indispensabile per ottimizzare i tempi tecnici a livello amministrativo e gestire correttamente i flussi di denaro. 

La scelta ideale per PMI, professionisti e titolari di partita IVA

Il conto aziendale consente ai professionisti con partita IVA, e ai titolari di PMI di separare le finanze personali dai flussi di cassa derivanti dall’attività di lavoro. In questo modo si elimina innanzitutto la confusione, ottimizzando al tempo stesso i livelli di produttività. 

Al giorno d’oggi sia i professionisti che le PMI hanno a disposizione una vasta scelta in fatto di conti correnti aziendali. Un tempo non lontano ci si rivolgeva solo e unicamente ai conti correnti tradizionali, collegati a una rete capillare di banche fisiche. Il punto è che, però, queste ultime non hanno investito abbastanza in funzionalità specifiche per il business e in strumenti per la gestione contabile. Senza contare il fatto che molto spesso è difficile conoscere le loro tariffe in modo trasparente (capita che vengano addebitate commissioni nascoste). Le interfacce relative alle applicazioni offerte sono poco intuitive, inoltre non permettono di effettuare in real time la gestione dei flussi di denaro. Ecco perché oggi sempre più spesso la scelta ricade sull’aprire un conto business 100% online, come quello offerto da Qonto. 

Tariffe trasparenti, gestione semplificata e zero attese

Si tratta di uno strumento semplice e moderno, in grado di offrire innumerevoli vantaggi operativi. Le tariffe proposte sono convenienti e trasparenti, insomma non c’è traccia di costi nascosti. La semplificazione delle operazioni di gestione del conto è poi agevolata da un servizio clienti ultra reattivo, che è disponibile via mail e telefono in 15 minuti. Tra i principali motivi che portano alla scelta di un conto corrente aziendale online, anziché quello di una banca tradizionale, c’è pure il fatto di non doversi recare nelle filiali fisiche. Nessun appuntamento in presenza, moduli o documenti cartacei e lunghe attese negli uffici. Un conto business digitale può essere aperto in pochi clic tramite internet: gli istituti di pagamento online come Qonto, neo-banca francese sbarcata in Italia nel 2019 e specializzata nel supporto di PMI e professionisti, sono estremamente reattivi e inoltre offrono servizi calibrati su misura. 

App che ottimizzano i tempi tecnici e incremento del digitale

Siamo sempre più abituati a utilizzare app per smartphone e tablet che ci supportano in qualsiasi contesto. Quelle offerte dagli istituti di pagamento online consentono di effettuare molte operazioni: si possono fare bonifici, ordinare carte ma non solo. Abbiamo accennato all’importanza dell’ottimizzazione dei tempi tecnici, in effetti un conto business online aiuta a gestire al meglio le spese dei vari team di lavoro, offrendo comunque la possibilità di un controllo centralizzato. In questo momento complesso, segnato dalla crisi sanitaria da Covid-19 e da restrizioni governative messe in atto per far fronte alla pandemia, avere un conto 100% online significa scegliere un compagno di business reattivo, innovativo e completamente digitale. D’altronde l’incremento del digitale e dei pagamenti online segnerà profondamente anche il 2021, seguendo un trend in costante crescita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA