CONVEGNO SU ECOLOGIA INTEGRALE/ In pista per creare comunità generative e resilienti

- Matteo Fantozzi

A Salerno convegno per l’avvio di “piste di impegno” per creare processi e formulare proposte di ecologia integrale dopo la Settimana sociale dei cattolici

Arcivescovo Taranto
Monsignor Filippo Santoro, Arcivescovo di Taranto (Wikipedia)

Comunità generative e resilienti”: è questo il titolo del convegno, formativo e informativo, organizzato dall’Ufficio per i Problemi sociali e del lavoro dell’Arcidiocesi di Salerno-Campagna-Acerno, per la presentazione del percorso salernitano di attuazione delle indicazioni e delle proposte emerse dalla 49esima Settimana sociale dei cattolici italiani svoltasi a Taranto lo scorso ottobre. Il convegno si svolgerà sabato 18 dicembre 2021 alle ore 10,30, a Salerno, presso il teatro del nuovo Centro Pastorale “San Giuseppe” in via Guido Vestuti e sarà disponibile in diretta streaming su piattaforma Facebook.

La presentazione intende essere un momento di riflessione formativa, ma anche una chiamata rivolta a tutto il nostro territorio – persone, enti, amministrazioni, associazioni, parrocchie – per generare una comunità che possa traghettare il #tuttoèconnesso – hashtag caratterizzante della Settimana sociale di Taranto – nella dimensione inclusiva dell’ecologia integrale e trasformativa, che deve guidare i processi di sviluppo per il superamento delle criticità ambientali e sociali.

L’evento si aprirà con i saluti istituzionali del sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, del vicepresidente della Regione Campania e assessore all’Ambiente, Fulvio Bonavitacola, del Presidente della Commissione Bilancio della Regione Campania, Franco Picarone, e dell’Università degli Studi di Salerno.

L’arcivescovo di Salerno, monsignor Andrea Bellandi, darà inizio ai lavori, ricordando la partecipazione della delegazione salernitana alla Settimana sociale di Taranto e delineando l’impegno della chiesa salernitana per l’avvio di un percorso comune per la realizzazione di una comunità “generativa” e “resiliente”.

Seguirà la riflessione di monsignor Filippo Santoro, arcivescovo di Taranto e presidente del Comitato scientifico e organizzatore delle Settimane sociali, sulle proposte emerse a Taranto e sulle modalità di attuazione e di concretizzazione delle stesse nella chiesa locale.

Al convegno interverrà Giovanni De Feo, docente di Ecologia Industriale dell’Università degli Studi di Salerno, che illustrerà alcune buone pratiche di “ecogeneratività” ed “ecoresilienza”, rileggendole alla luce degli stimoli e delle sollecitazioni di monsignor Santoro.

Seguiranno gli interventi di rappresentanti del mondo cattolico, dell’associazionismo, delle imprese, delle cooperative, della scuola che presenteranno brevemente i loro percorsi e le loro buone pratiche per la “generatività” della società salernitana:

Concluderà la giornata, il direttore dell’Ufficio Pastorale sociale e del lavoro Antonio Memoli, presentando il percorso salernitano di realizzazione delle “piste di impegno” della Settimana sociale dei Cattolici di Taranto 2021, espressione di un processo di sinodalità di tutta la comunità salernitana che porterà alla celebrazione della “Settimana Laudato Si’ di Salerno” dal 23 al 29 maggio 2022. In particolare, ci si soffermerà sul progetto di creazione di “Comunità Energetiche” e su un progetto formativo/lavorativo per i giovani sulle “Vie della Bellezza: la fede, l’arte, il creato e il turismo”.

— — — —

Abbiamo bisogno del tuo contributo per continuare a fornirti una informazione di qualità e indipendente.

SOSTIENICI. DONA ORA CLICCANDO QUI

© RIPRODUZIONE RISERVATA