Coronavirus Basket/ Petrucci: “Spero nella ripresa a ottobre e senza mascherina”

- Michela Colombo

Coronavirus Basket; parla il presidente della Federbasket Gianni Petrucci sulla possibilità di tornare in campo per la stagione 2020-21: “Punto ad ottobre e senza mascherina”.

Watt Venezia Virtus Bologna basket lapresse 2020
Coronavirus Basket (Foto LaPresse)

Pur dopo lo stop definitivo al campionato di basket, con la conseguente non assegnazione dello scudetto, su cui la federazione è intervenuta in questi giorni, ecco che pure anche nel mondo della pallacanestro si pensa già a ripartire. Di certo è pensiero fisso del presidente della Federbasket Gianni Petrucci, che ai microfoni della trasmissione Tutti Convocati su Radio 24 ha dichiarato: “Ripresa? Non lo sappiamo, ma mi auguro a ottobre e senza mascherina”. Il numero 1 della FIP dunque morde il freno come fanno tutti gli appassionati di basket in questi giorni e svela i piani per la ripartenza con la stagione 2020-21: “Mi auguro che si possa giocare tranquillamente, noi vogliamo giocare da subito e anche per questo abbiamo dato incarico al Politecnico di Torino di creare una mascherina che consenta una buona respirabilità e la prevenzione della diffusione del contagio. Un modo per consentire ai ragazzi di giocare all’aperto. Lo sport non può stare troppi mesi fermo”.

CORONAVIRUS BASKET, PETRUCCI SU GRAVINA E OLIMPIADI

Nella lunga chiacchierata fatta in radio poi il numero 1 della Federazione basket italiana non si rammarica della decisione di imporre lo stop definitivo al campionato. Anzi per Petrucci, come aveva già dichiarato solo una decina di giorni fa: “Abbiamo fatto la scelta di chiudere perché non si va contronatura e abbiamo avuto ragione”. “Ora sono curioso di sapere cosa farà il calcio, che è  in una situazione diversa perché si gioca all’aperto e quello che perderebbe è superiore a quello che perderebbero altre Federazioni. Rispetto quello che sta facendo Gravina” le parole di Petrucci che, come tutti noi ora attende di capire quale sarà il destino anche del campionato calcistico, sempre in bilico. Nella discussione non manca infine un ultima battuta per il presidente della FIP per il rinvio delle Olimpiadi nel 2021 e sul rischio che pure non vengano disputate: “Io ci voglio pensare, credo che si faranno ma oggi la certezza non ce l’ha nessuno. L’unica cosa che sappiamo è che il vaccino non c’è”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA