Coronavirus Eurolega/ Gran finale in Turchia? Giocatori contrari alla ripresa

- Michela Colombo

Coronavirus Eurolega: domani si deciderà per la ripresa e spunta l’idea di chiudere la stagione tutta in Turchia. I giocatori però sono contro la ripartenza.

Sergio Rodriguez Lekavicius Olimpia Milano Zalgiris Eurolega lapresse 2020
Coronavirus Eurolega (Foto LaPresse)

Anche il basket europeo sta lavorando per fisare al più presto un pronto rientro in campo per concludere le principali manifestazioni continentali, dopo lo stop obbligato, occorso a marzo, per l’esplodere dell’emergenza coronavirus. E certo lo sta facendo l’Eurolega che responsabile di Euroleague e Eurocup sta valutando diversi scenari in attesa del Consiglio di Amministrazione dell’ECA di domani, al cui termine le 11 squadre con licenze A voteranno per la ripresa della stagione o meno. Nel frattempo, secondo quanto rivelato dal sito serbo Nova.rs e riportato da pianetabasket.com, pare che pure la compagnia area Turkish Airlines, main sponsor, si sia offerta di finanziare il completamento della stagione 2019-2020 dell’Eurolega in Turchia: i restanti sei turni della regulars season come pure la fase finale ad eliminazione diretta verrebbero ospitate dunque interamente a Antalya o a Istanbul.

CORONAVIRUS EUROLEGA, GIOCATORI CONTRARI ALLA RIPRESA

Uno scenario certo possibile e complicato dunque per questa stagione 2019-20 dell’Eurolega, fermata come tutte le altre manifestazioni sportive per l’esplodere dell’emergenza coronavirus. Ma piano pure che si scontra al momento con la volontà dei giocatori, ben contrari a tornare in campo e a riprendere le coppe lì dove le avevamo lasciate. Come ci riporta Sportando, pare che ieri in una riunione occorsa tra Eurolega e una rappresentativa dei giocatori (due per ciascuna formazione della manifestazione) sia emersa la volontà unanime dei cestisti di non riprendere la stagione. Il voto unanime (hanno votato per lo stop tutti e 36 i giocatori coinvolti) ha destabilizzato la federazione, che sperava di avere l’assist dei giocatori sulla ripresa della stagione dopo lo stop per coronavirus. In ogni caso l’ultima parola sulla ripartenza della stagione starà ai club, che domani si riuniranno in consiglio per decedere dello stop o meno di Eurolega (cui è coinvolta l’Olimpia Milano) e l’Eurocup (cui prendono ancora parte Virtus Bologna e Venezia)

© RIPRODUZIONE RISERVATA