CORONAVIRUS FRANCIA: 28.714 MORTI/ Dal 2 giugno via alla “Fase 2”: ecco le misure

- Dario D'Angelo

Coronavirus Francia: dal 2 giugno avrà inizio in quasi tutto il Paese la Fase 2. Ecco le misure studiate dal governo e chi sarà coinvolto.

Coronavirus Francia, Macron franco Cfa
Coronavirus Francia, il Presidente Emmanuel Macron (LaPresse, 2020)

Il coronavirus in Francia ha provocato la morte di almeno 28.714 morti dall’inizio dell’epidemia, di cui 18.387 negli ospedali. Il numero di persone ricoverate in ospedale per un’infezione da Covid-19 continua a scendere leggermente a 14.695, di cui 1.361 in terapia intensiva, secondo l’ultimo rapporto delle autorità sanitarie comunicato venerdì sera. Duecentocinquantacinque nuovi ricoveri hanno avuto luogo nelle ultime ventiquattro ore. Ma come prosegue il ritorno alla normalità del popolo transalpino a livello epidemiologico? Come riportato da Le Monde, da quando il contenimento è stato revocato lo scorso 11 maggio, sono stati identificati 109 focolai di Covid-19, ma nessuno è stato finora responsabile della diffusione dell’epidemia, secondo l’agenzia sanitaria Public Health France. Una conferma del buon lavoro svolto finora in fatto di contact tracing.

CORONAVIRUS FRANCIA: DAL 2 GIUGNO LA “FASE 2” DEL DECONFINAMENTO

Nel frattempo il governo ha illustrato in dettaglio la seconda fase di deconfinamento che inizierà martedì 2 giugno, tre settimane dopo l’11 maggio. “Tutti gli indicatori sono verdi”, ha affermato Edouard Philippe, ad eccezione di Ile-de-France, Guyana e Mayotte. “In questi dipartimenti, il virus circola un po’ più che altrove e permangono preoccupazioni specifiche”, ha affermato il Primo Ministro. La riapertura di scuole e università sarà accelerata in tutte le aree: “La riapertura di scuole e istituti è un’emergenza sociale, è anche un imperativo educativo”, ha dichiarato Jean-Michel Blanquer, ministro dell’istruzione nazionale. I bar e i ristoranti apriranno in tutto il Paese il 2 giugno, tuttavia, nelle zone arancioni, saranno accessibili solo le terrazze. I parchi e i giardini riapriranno questo fine settimana, anche nelle zone arancioni. Sempre dal 2 giugno terminerà il divieto di viaggio di oltre 100 km, ma si dovrà restare all’interno dei confini francesi almeno fino al 15 giugno. Infine nelle zone verde, le attività ricreative (piscine, palestre, teatri…eccetto i cinema) – scrive Le Monde -riapriranno il 2 giugno, le zone arancioni dovranno attendere fino al 22 giugno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA