Coronavirus Germania, 8.283 morti, 180mila casi/ Focolaio a Francoforte dopo messa

- Emanuela Longo

Coronavirus Germania, sono oltre 8mila i morti mentre i casi sono saliti a 180mila: focolaio a Francoforte dopo messa, oltre 100 infetti

Merkel Germania
Angela Merkel, Cancelliera della Germania (LaPresse)

Si aggiorna il numero di casi positivi da Coronavirus in Germania i quali hanno superato le 180 mila unità (precisamente 180.328 secondo i dati forniti dalla mappa dei contagi della John Hopkins University & Medicine). Le vittime totali attualmente sono 8.283 e attualmente il Paese si piazza alle spalle di Italia e Francia per livello di gravità dell’emergenza. Intanto gli effetti del Coronavirus sulla Germania si fanno sentire anche sul piano economico, come evidenziato dal Sole 24 Ore che sottolinea il calo del prodotto interno lordo tedesco nel primo trimestre del 2020 che comprende il mese di marzo con gli effetti della crisi legata alla pandemia. Il pil è sceso del 2,2% a livello “congiunturale”, ovvero rispetto all’ultimo trimestre del 2019, e del 2,3% “tendenziale”, cioè rispetto al primo trimestre dell’anno scorso. La cancelliera tedesca Angela Merkel, nel suo tradizionale videomessaggio del sabato ha auspicato che l’Europa possa restare unita anche nella crisi del Coronavirus. Riconoscendo come molti paesi siano stati colpiti dalla pandemia anche più della Germania, ha ritenuto giusto realizzare programmi comuni europei di sostegno e impegnarsi affinché “l’Europa possa uscire dalla crisi che anche in futuro possa lottare unita per la pace e il benessere”.

CORONAVIRUS GERMANIA: FOCOLAIO A FRANCOFORTE: OLTRE 100 INFETTI

Parlando della grave crisi che il Coronavirus ha generato anche in Germania, la Merkel nel suo discorso delle passate ore ha aggiunto: “Questo virus è un’imposizione grave per la nostra democrazia. Per questo non prendiamo a cuor leggero le restrizioni di diritti fondamentali e per questo esse devono essere il più brevi possibili. Ma sono state necessarie”. In merito alle restrizioni previste dal lockdown, ha concluso la cancelliera tedesca, è importante sempre argomentare “perché qualcosa non sia stato allentato e qualcos’altro sì”. Nel frattempo continua a destare scalpore il caso del contagio di massa avvenuto dopo una funzione religiosa tenuta in una chiesa battista di Francoforte sul Meno. Stando a quanto riferito ministro della Salute del Land dell’Assia, Kai Klose, sarebbero almeno 107 le persone rimaste contagiate dopo la messa. Inizialmente si era parlato di circa una quarantina di casi positivi ma il numero è poi drasticamente lievitato. Tuttavia, come ribadisce anche il Fatto Quotidiano online, ad eccezione di questo focolaio in Germania i dati mostrano un trend positivo, con una riduzione evidente dei casi e e in diversi Laender da due tre giorni non si registrano nuove infezioni da Coronavirus, come ad esempio nei casi del Sachsen-Anhalt, dello Schleswig-Holstein e di Amburgo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA