CORONAVIRUS GERMANIA, MINI-LOCKDOWN DA 2-11/ Merkel “Evitare ora emergenza nazionale”

- Davide Giancristofaro Alberti

Anche in Germania, a causa del coronavirus, sono state stabilite nuove misure restrittive: il mini-lockdown durerà un mese, fino al 2 dicembre

Consiglio Ue sul Recovery Fund
Conte, Rutte, Merkel e Von der Leyen (laPresse, 2020)

“Un giorno difficile”: come le capita spesso, Angela Merkel sceglie con cura le parole ma parla in maniera molto diretta ai cittadini tedeschi dopo la conferma che anche la Germania si avvia a una sorta di lockdown ‘light’ per arginare la seconda ondata di contagi da Coronavirus. Il governo tedesco, d’intesa con i vari Land, ha infatti scelto di chiudere per un mese bar e ristoranti, pur prevedendo delle risorse per sostenere queste attività, risparmiando invece da questa mini-serrata gli altri esercizi commerciali e le scuole. “Il ritmo del virus e della diffusione è particolarmente veloce: viviamo una crescita esponenziale dei contagi” ha spiegato la Cancelliera in conferenza stampa, avvertendo che se lo stesso ritmo di crescita dovesse rimanere invariato il sistema sanitario del Paese rischierebbe il sovraccarico. “È assolutamente chiaro -ha aggiunto- che dobbiamo agire adesso per evitare una emergenza nazionale”: nelle ultime ore infatti in Germania si è registrato il doppio delle infezioni della scorsa settimana e l’aumento pure delle persone ricoverate in terapia intensiva ha fatto propendere per questa decisione drastica volta ad abbassare appunto la temuta curva dei contagi. (agg. di R. G. Flore)

SERRATA “LIGHT”, CHIUDONO BAR E RISTORANTI MA NON SCUOLE E NEGOZI

La Germania ha varato un lockdown light per provare a contenere l’epidemia di coronavirus, che anche da quelle parti, sta registrando migliaia di casi. Obiettivo, provare ad appiattire la curva epidemiologica ed è per questo che la Cancelliera Angela Merkel, assieme ai 16 governatori dei Land (le regioni) tedeschi, ha deciso l’adozione di un mini-lockdown su tutto il territorio che entrerà in vigore a partire dal prossimo lunedì, 2 novembre, e che durerà per un mese, fino al 2 dicembre, poco prima dell’inizio delle vacanze natalizie. Rispetto all’attuale Dpcm in vigore in Italia, il piano della Merkel prevede misure più drastiche, soprattutto nei confronti dei ristoratori, visto che questi vedranno le proprie attività chiuse per un mese, e non soltanto dalle ore 18:00 come appunto stabilito in Italia. Serranda abbassata anche per piscine, palestre, teatri e cinema, mentre sono salve le scuole e i negozi, in attesa di eventuali nuove restrizioni.

CORONAVIRUS GERMANIA, MINI LOCKDOWN: OBIETTIVO, SALVARE IL NATALE

Le misure del nuovo lockdown tedesco sono state anticipate dal quotidiano Spiegel, che ha spiegato come toccherà ai vari Land vigilare sull’applicazione delle stesse, aggiungendo che l’obiettivo della Merkel è quello di salvare il Natale. Per quanto riguarda i contagi, è stabilito che una famiglia potrà incontrare soltanto un altro nucleo famigliare, e saranno vietati feste e assembramenti sia in luoghi pubblici quanto privati. Come detto, chiusi ristoranti, ma anche bar, pub, discoteche e locali in generale, che potranno comunque proseguire la propria attività con il take away. I cittadini, come riporta Il Fatto Quotidiano, sono inoltre invitati a non mettersi in viaggio sia per “vacanze” quanto per visite ai parenti, comprese le gite. Ferme anche le fiere, i parchi di divertimento e tutte le attività sportive ricreative e amatoriali. Infine, chiusi estetisti, centri massaggi e negozi di tatuaggi. Sono invece salvi i parrucchieri, categoria che è stata decisamente penalizzata durante il primo lockdown, per lo meno, in Italia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA