Coronavirus, Meloni/ “Ho chiesto bonus da 1000 euro subito per chi ne ha bisogno”

- Davide Giancristofaro Alberti

Coronavirus, la proposta della leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni: “Ho chiesto a Conte di accreditare 1000 euro subito sul conto di chi ne ha bisogno”

Giorgia Meloni
Giorgia Meloni, Fratelli d'Italia (LaPresse, 2020)

E’ interessante la proprosta della leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, per aiutare le famiglie in difficoltà a causa della crisi economica provocata dal coronavirus. Parlando ai microfoni dell’emittente radiofonica Rtl 102.5, durante il programma “Non stop news”, la Meloni ha proposto di versare 1000 euro subito sul conto di chi non ha i soldi per mangiare: “Annuncio che ho mandato ieri sera al presidente del consiglio, Giuseppe Conte, una lettera con una proposta già scritta e articolata per accreditare immediatamente sul conto corrente di chi ne fa richiesta 1000 euro. Esattamente come lo Stato, con un click, ti preleva i soldi quando non hai pagato una multa o ti blocca il conto corrente se hai una azienda che non è considerata in regola, lo Stato con un click può mettere i soldi sul tuo conto corrente. Speriamo che qualcuno ci risponda”.

CORONAVIRUS, GIORGIA MELONI: “LA GENTE NON HA I SOLDI PER MANGIARE, NON E’ DEGNO”

La Meloni racconta di come in Italia vi sia un problema serio di persone che non possono fare la spesa: “Questo non è degno di un Paese come l’Italia. Io penso che il governo debba accreditare immediatamente – ribadisce il suo concetto – sul conto corrente di chi ne fa richiesta, mille euro. Questo provvedimento deve valere per chi ha perso il lavoro e parlo anche dei lavoratori autonomi. Va fatto immediatamente perché i soldi stanziati dal governo, mi riferisco alla cassa integrazione in deroga e al contributo di 600 euro per i lavoratori autonomi, non verranno erogati prima della fine di aprile”. La ministra Catalfo ha spiegato recentemente che i soldi delle Cig verranno versati sui conti entro due settimane, ma la Meloni la pensa diversamente: “C’è un problema di burocrazia che conosciamo bene e per colpa delle burocrazia non ci possiamo permettere che la gente non abbia i soldi per mangiare o debba andare al supermercato con la social card”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA