Coronavirus, Milano lancia “Spesa a Domicilio”/ Mappa online esercizi commerciali

- Raffaele Graziano Flore

Coronavirus, il Comune di Milano lancia “Spesa a domicilio”: la mappa online e georeferenziata di tutti gli esercizi commerciali “di vicinato” in continuo aggiornamento

"Spesa a domicilio": la mappa online degli esercizi milanesi
"Spesa a domicilio": la mappa online degli esercizi milanesi (Web, 2020)

Emergenza Coronavirus in Lombardia, il Comune di Milano ha lanciato da poco un sito che vuole aiutare i cittadini nel fare la spesa a domicilio: chiamata proprio “Spesa a domicilio” questa mappa online e che funziona attraverso le georeferenziazioni consente di conoscere in tempo reali quali sono gli esercizi commerciali cosiddetti ‘di vicinato’ o comunque nel proprio quartiere per acquistare i beni di prima necessità e sapere inoltre quali di questi effettuano la consegna presso le abitazioni. Come si legge sul sito del Comune del primo cittadino Beppe Sala, ovviamente le eventuali consegne saranno effettuate in tutta sicurezza e rispettando le stringenti norme igienico-sanitarie in vigore in questo periodo, a partire dal confezionamento fino ad arrivare al trasporto e alla consegna stessa. A quanto si apprende l’iniziativa è realizzata in collaborazione con i Nove Municipi dell’area metropolitana meneghina e la Confcommercio milanese, oltre che con il supporto delle Associazioni di via e le Social Street, mentre per consultare in tempo reale la mappa è possibile seguire questo link.

“SPESA A DOMICILIO”: A MILANO MAPPA ONLINE DEGLI ESERCIZI COMMERCIALI

“Spesa a domicilio” raccoglie al momento più di 370 esercizi commerciali censiti e geolocalizzati dalla mappa online e comprende pure macellerie, panetterie, pescherie e negozianti di ortofrutta, ma anche attività che forniscono prodotti per la persona e detergenti per la casa e senza dimenticare pure rosticcerie, pizzerie e negozi che trattano articoli e cibo per gli animali domestici. Insomma tutte quelle attività che continuano a essere aperte dopo il DPCM dell’11 e 12 marzo e che continuano a effettuare le consegne a domicilio. Come detto la mappa è in continuo aggiornamento e gli esercenti che volessero aderire all’iniziativa possono consultare la pagina dedicata sul sito del Comune e compilare il form di adesione prima di venire contattati dall’Assessorato al Commercio. L’obbiettivo del progetto, oltre che fornire un elenco di tutte le attività aperte e disponibili e fornire un servizio utile anche a malati e anziani è quello di evitare ancora di più gli assembramenti e limitare le lunghe code, senza dimenticare l’importanza di valorizzare gli esercizi commerciali “di vicinato” troppo spesso schiacciati dalla grande distribuzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA