Coronavirus, rinviato Gp Francia/ Motogp: non si corre a Le Mans, rimane il Mugello?

- Michela Colombo

Coronavirus, rinviato il Gp di Francia: spostata a data da destinarsi anche la gara di Motogp di Le Mans. Sempre più a rischio il Gp del Mugello di fine maggio.

Rins e Marquez MotoGp
Coronavirus Motogp (LaPresse)
Pubblicità

Come avevano previsto già alcuni giorni fa, parlando del rinvio della prova di Jerez, ecco che anche la gara di Le Mans per il campionato Motogp è stata costretta a saltare. Solo pochi minuti fa infatti la Dona ha ufficializzato il rinvio a data da destinarsi del Gp di Francia, che in origine era stato messo in calendario per il prossimo 17 maggio. Come si legge nel comunicato ufficiale, la federazione è stata costretta a fare saltare un’altra gara del calendario originale del Mondiale 2020 della Motogp a causa della pandemia del Coronavirus: una mossa inevitabile a questo punto, visto il perdurare e l’aggravarsi dell’emergenza a livello globale e dunque anche nello stato Francese, che pure in questi giorni sta raggiungendo quota 57 mila casi accertati da Covid19. In un tal contesto risultava ovviamente impossibile ipotizzare una ripartenza della stagione, dopo le gare del Qatar (solo per Moto2 e Moto3), già a stretto giro al circuito francese di Le Mans.

Pubblicità

RINVIATO GP FRANCIA: NSSUNA DATA DI RECUPERO FINORA E IL MUGELLO…

Come si legge poi nel breve comunicato della Dorna in cui si ufficializza il rinvio del Gp di Francia 2020 della Motogp, al momento pure non vi è alcuna certezza sulle date e l’opportunità di recupero della stessa gara di Le Mans. “Lo stato attuale delle cose è in continua evoluzione, la nuova data fissata per il Gran Premio di Francia non potrà essere confermato fino a quando non si saprà con certezza quando sarà possibile svolgere gli eventi”: l’ultima comunicazione da parte della federazione, che pure non ci sorprende. All’inizio di questa terribile emergenza, quando erano saltate sole le prime gare del calendario, la Dorna aveva fatto di tutto per rimettere in programma i Gp rinviati, arrivando a fissare per fine novembre il termine della stagione. Ora però che il numero di Gp rinviati continua a salire, è sempre più complicato immaginare quale sarà il programma della stagione: lo stesso Ezpeleta è stato ben chiaro a tal proposito, non escludendo un forte taglio alle gare e un campionato ridotto.

Non solo: vista l’incertezza sugli sviluppi della pandemia a livello globale, non possiamo escluderete certo che sarà quello di Francia l’ultimo Gp a saltare: sempre più a rischio è anche la prova del Mugello, per ora sempre in calendario per il 31 maggio. Consci del contesto ben complicato che sta vivendo il nostro paese e note le difficoltà di una rapida ripresa, anche a livello organizzativo, di un evento sportivo di livello mondiale, siamo quasi sicuri che anche il Gp d’Italia del Mugello presto verrà rinviato ufficialmente. Rimane però forte la speranza che la stagione della Motogp possa ripartire almeno per l’estate.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità