CORONAVIRUS, RINVIATO IL GP DI BAKU/ Formula 1, è ufficiale: si riparte il 14 giugno?

- Michela Colombo

Coronavirus Formula 1, rinviato il Gp di Baku. La Fia ufficializza il rinvio: teoricamente si riparte in Canada il 14 giugno ma….

Ricciardo_RedBull_Baku_Lapresse_2017
Coronavirus formula 1, ufficiale: rinviato il Gp di Baku - LaPresse (repertorio)

Mancava solo l’annuncio ufficiale e questo è arrivato solo poco fa, quando la Fia ha comunicato che il Gp di Baku è stato rinviato a data da destinarsi: la Formula 1 non correrà dunque nella capitale dell’Azerbaigian il prossimo 7 giugno. La gara per il momento non è stata cancellata ma rinviata a a data da destinarsi, anche se ci risulta a dir poco complicato prevedere quando verrà recuperata: con Baku ammontano a 6 gare da riprogrammare per la stagione 2020 della Formula 1 che di fatto non è neppure cominciata. Sulla carta dunque si ripartirà in pista a Montreal il prossimo 14 giugno, ma la gara è quanto mai dubbia, visti anche i blocchi imposti dallo stesso paese per l’arrivo di merci e persone dall’estero (misure già applicate da altri stati per l’emergenza coronavirus). Non ci resta che attendere dunque le prossime mosse di Fia e Liberty Media, ma il rischio che oltre a Baku, saltino anche le gare di Canada e Francia è netto. (agg Michela Colombo)

MANCA SOLO L’UFFICIALITA’: RINVIATO IL GP DI BAKU

Si attende solo l’ufficialità, ma stando alle ultime voci del paddock e non solo, ecco che pure il Gran Premio di Baku 2020 per la Formula 1 verrà rinviato. La prova, inserita nel calendario del mondiale 2020 della F1 nella capitale dell’Azerbaigian per il prossimo 7 giugno, avrebbe dovuto fare da “partenza ufficiale” della stagione dopo la cancellazione in extremis della gara a Melbourne, ma l’appuntamento è piò che mai a rischio in questi giorni. Il motivo è ben evidente, dato l’espandersi e l’aggravarsi della pandemia da Coronavirus a livello globale: non vi sono le necessarie condizioni di sicurezza per riunirsi in pista.

GP BAKU ANNULLATO? IL CAOS CALENDARIO

Benchè, come abbiamo detto prima, manchi l’annuncio ufficiale, non si può dire che la notizia della cancellazione della gara di Baku della Formula 1 ci colga così di sorpresa: ci è ben nota la situazione di crisi mondiale in seguito all’espandersi della pandemia da Covid-19 e pure già nei giorni scorsi la Fia e Liberty Media hanno dovuto mettere mano al calendario ufficiale, annunciando rinvii e cancellazioni. Al momento infatti, ricordiamo che ufficialmente sono annullate ufficialmente solo le gare di Australia e Montecarlo, mentre sono 5 le prove rinviate e dunque Sahkir, Hanoi, Shanghai, Zandvoort e Barcellona, ancora tutte a data da destinarsi. Con pure lo stop a Baku, sarà a dir poco complicato per le alte sfere del circus fissare un nuovo programma, che già prima risultata più che mai fitto e intenso.

FORMULA 1, A RISCHIO ANCHE LA PROVA IN CANADA

Messa in dubbio la fattibilità per inizio giugno del Gp di Baku per la Formula 1 (come ci rivela Motorsport-total.com), non possiamo non vedere a rischio anche la gara successiva del calendario ufficiale, prevista a stretto giro in Canada. Nella trepidante attesa che venga ufficializzato il rinvio della prova dell’Azerbiagian, ecco che anche i tifosi canadesi cominciano a tremare: il Gp del Canada, previsto a Montreal il prossimo 14 giugno è infatti a rischio. Certo fare previsioni a poco meno di tre mesi dalla data ufficiale è azzardato, come è pure è difficile fare previsioni sugli sviluppi d questa drammatica pandemia, in Canada e nel resto del mondo. Pure però non si potrà attendere ancora a lungo per conoscere il destino di questa stagione, che rischia di venti gravemente (ma necessariamente) “mutilata”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA