Cosa ha deciso la direzione Pd, il testo/ Le basi per un Governo con il M5s

Testo mozione direzione Pd, cosa hanno deciso i dem in seguito alla crisi di Governo e il via libera a Zingaretti per trattare col M5s.

testo mozione direzione pd
Nicola Zingaretti (LaPresse)

Testo mozione direzione Pd, l’ok al segretario Nicola Zingaretti per avviare il dialogo con il Movimento 5 Stelle per valutare la nascita di una nuova maggioranza ma non solo. Sono ore roventi dopo la crisi di Governo formalizzata ieri, con i dem che si sono ritrovati per decidere il da farsi nel corso del percorso istituzionale: sempre più fitti i contatti con i grillini per sondare il terreno per un nuovo esecutivo, ma non mancano i paletti. E’ stato promosso all’unanimità il testo completo della mozione, sottoscritta dal segretario Zingaretti, dal presidente Paolo Gentiloni e dai due capigruppo delle camere, Andrea Marcucci e Graziano Del Rio. Come vi abbiamo già anticipato, sono stati fissati cinque punti come condizione per avviare il dialogo con il Movimento di Luigi Di Maio: Europa, Costituzione, ambiente, migranti e diritti umani, “economia redistributiva“. E il capo del Partito Democratico è stato chiaro: o sarà un esecutivo di legislatura o si tornerà alle urne per elezioni anticipate.

TESTO MOZIONE DIREZIONE PD, COSA HANNO DECISO I DEM

Cosa ha deciso il Pd è riscontrabile nel testo della mozione approvata nelle scorse ore, che parte da una premessa solida: i dem ripongono «massima fiducia nell’azione del Presidente Mattarella che ringraziamo per l’opera incessante di tutela delle istituzioni e delle procedure democratiche». Dopo aver elencato i cinque punti necessari per avviare il dialogo con altre forze politiche, il Partito Democratico sottolinea: «Se tali condizioni troveranno nei prossimi giorni un riscontro basato sulla necessaria discontinuità e su un’ampia base parlamentare siamo disponibili ad assumerci la responsabilità di dar vita a un governo di svolta per la legislatura». Ma non sono escluse, in caso di fallimento delle negoziazioni, elezioni anticipate: «In caso contrario il Partito Democratico coinvolgerà le forze politiche disponibili a costruire un progetto di alternativa e rigenerazione dell’economia e della società italiana. Ci rivolgeremo alle energie più consapevoli della società, i giovani, le donne, movimenti, associazioni, la rete diffusa del civismo, dei sindaci e degli amministratori». Clicca qui per leggere il testo completo della mozione della direzione Pd.



© RIPRODUZIONE RISERVATA