Crediti fiscali Agenzia Entrate/ 135 Mld dormienti: che fine faranno? (18 novembre 2023)

- Danilo Aurilio

I crediti fiscali dormienti dell'Agenzia Entrate sono 135 miliardi di euro. I motivi sono ignoti, e i creditori non hanno provveduto a venderli nonostante ci sia una piattaforma

Rottamazione Ter saldo e stralcio pace fiscale Agenzia delle Entrate (LaPresse)

Il problema dei crediti fiscali dell’Agenzia Entrate si fa sempre più grande. Rispetto ai 160 miliardi di euro che erano rimasti in sospeso, soltanto 25,51 miliardi sono stati compensati durante il 2022, una media troppo inferiore rispetto alle aspettative.

I crediti incagliati sono quelli che restano senza un vero acquirente, e il Fisco italiano si trova a fare in modo che i creditori possano liberarsene. Ma non solo, non resta che fare i conti su questi crediti, che sono molto di più rispetto a quelli compensati.

Crediti fiscali Agenzia Entrate:

I crediti fiscali dormienti dell’Agenzia delle Entrate sono 135 miliardi di euro. Il Ministero dell’Economia e Finanza, ha fatto sapere:

«Non è parimenti possibile determinare la quota di crediti ancora classificati come incagliati, in quanto l’Agenzia delle entrate non è a conoscenza delle motivazioni per cui un certo credito non venga ceduto a terzi; in altre parole, non è noto se il soggetto detenga il credito per scelta consapevole, oppure perché non possa utilizzarlo in compensazione tramite modello F24 0 non trovi altri soggetti disponibili ad acquistarlo».

Motivo per cui la colpa non è attribuibile a questioni tecniche, che piuttosto è molto adeguata ai tempi odierni, visto che c’è una piattaforma già attiva sulla cessione dei crediti. Ma a tutto ciò ha provato a dare una risposta il deputato Emiliano Fenu del Movimento 5 stelle.

Al momento i dubbi sui crediti dormienti sono tanti, e anche il report su di essi non può essere chiarito (almeno fino al 2024, anno in cui vi è il risultato dopo l’attesa dell’elaborazione dei precedenti anni d’imposta).

Il maggior flusso dei valori annessi ai bonus edilizi del 2022 ammonta a 67 miliardi di euro, una maggior percentuale rispetto agli anni precedenti. Il totale dei crediti che ad oggi non sono stati utilizzati ammonta a 135 miliardi, i cui motivi sembrano ancora ignoti (né venduti e neppure compensati nel modello F24).







© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Fisco

Ultime notizie