CREMA, INSEGNANTE TROVATO MORTO IN UN CANTIERE/ Moglie indagata per omicidio

- Fabio Belli

Crema, insegnante trovato morto in un cantiere. Moglie indagata per omicidio, il cadavere rinvenuto nella mattinata di lunedì.

Auto della Polizia
Auto della Polizia (Web, 2020)

Un insegnante, Mauro Pamiro, è stato ritrovato morto nella mattinata di lunedì 29 giugno da alcuni operai che si apprestavano ad arrivare al lavoro ed iniziare la giornata presso il cantiere edile in via Mazzolari a Crema. Pamiro insegnava informatica all’Istituto Galilei, dove in questi giorni aveva anche partecipato agli esami di Stato dei suoi studenti. La moglie è sospettata per l’omicidio visto che Pamiro, 44 anni, era sposato ma senza figli. E’ andato in scena un interrogatorio di tre ore, gli inquirenti hanno indagato per omicidio a piede libero la moglie di Pamiro che dunque non sarebbe riuscita, almeno per il momento, a fornire una ricostruzione dei fatti soddisfacente per scagionare la propria figura da quanto accaduto.

INSEGNANTE MORTO A CREMA, C’E’ FORO DI PROIETTILE?

Non è stata ancora chiarita la dinamica dell’incidente, ma sulla fronte dell’insegnante è stata trovata una ferita che ha fatto pensare al foro di una proiettile. Per comprendere però se sia stato un colpo di arma da fuoco a uccidere Pamiro bisognerà attendere gli esiti dell’autopsia. A condurre l’inchiesta è il pubblico ministero Davide Rocco che ha effettuato un sopralluogo sul luogo del ritrovamento del cadavere accompagnato dal vicequestore di Crema Bruno Pagani e agli uomini della Scientifica. Pamiro era anche musicista e sul suo sito web si definiva un multistrumentista e cantautore, componente negli anni Novanta come tastierista della rock band Vedda Tribe. Non è chiara al momento la figura della moglie e i rapporti tra i due, cosa eventualmente possa aver causato una reazione del genere. Le prossime ore saranno decisive per gli sviluppi dell’inchiesta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA