Cristiana Calone, figlia di Massimo Ranieri/ Riconosciuta solo nel ’95

- Alessandro Nidi

Cristiana Calone è la figlia di Massimo Ranieri, che l’ha riconosciuta a distanza di anni dalla sua nascita: ecco perché

maxresdefault 640x300
Cristiana Calone e Massimo Ranieri (foto tratta da YouTube)

Cristiana Calone è la figlia di Massimo Ranieri, celebre cantante partenopeo che questa sera, su Rai Tre, condurrà il nuovo programma “Qui e adesso”, per quello che può essere considerato l’ennesimo debutto televisivo per il grande artista, recentemente imitato da Pago nel torneo dei campioni di “Tale e quale show” con la sua canzone “Se bruciasse la città”. Il rapporto tra Cristiana e suo padre oggi è limpido e senza ombre, ma non sempre è stato così; la donna, infatti, è venuta alla luce nel 1971, quando Massimo Ranieri aveva appena diciannove anni, e non è stata riconosciuta da suo papà. La verità su questa vicenda è stata raccontata anni dopo nel salotto di Barbara D’Urso dall’ex compagna di Ranieri, Franca “Franchina” Sebastiani, venuta a mancare nel 2015. “Io l’ho amato perdutamente, lui qualche scappatella l’ha avuta, ma aveva diciotto anni, era giovane. Il 24 dicembre gli ho fatto un regalino: gli ho detto di essere incinta. Lui mi ha stretta forte e mi ha detto che non mi avrebbe mai abbandonata. Quando Cristiana è nata voleva venire in ospedale, ma i suoi produttori gliel’hanno impedito. Molti anni dopo si sono scusati per me dicendomi: ‘Perdonaci, è che noi pensavamo al tutelare l’artista’”.

CRISTIANA CALONE, FIGLIA DI MASSIMO RANIERI: IL PRIMO INCONTRO CON SUO PAPÀ

Cristiana Calone fu riconosciuta da Massimo Ranieri come figlia soltanto nel 1995 e il loro primo incontro avvenne nel 2007, addirittura in diretta televisiva, nel corso dello spettacolo “Tutte donne tranne me”, da lui stesso condotto su Rai Uno. Sempre a “Domenica Live”, Cristiana Calone ha ricordato qualche tempo fa l’emozione provata quella sera, quando ha incontrato suo padre per la prima volta in assoluto nella sua esistenza. “Mi ero messa i jeans e una maglietta, convinta che sarei rimasta tra il pubblico. Poi mio padre mi ha chiamato sul palco” e le ha dedicato il brano “La Cura”, di Franco Battiato. Massimo Ranieri spiegò in tale circostanza il motivo per il quale riconobbe con così tanto ritardo la sua primogenita: “L’unico alibi che ho e che ero giovanissimo e inesperto”, asserì, ammettendo di avere dato retta alle persone sbagliate, che sostenevano che l’arrivo di una bambina avrebbe stoppato sul nascere la carriera musicale del cantante campano.

CRISTIANA CALONE HA PERDONATO SUO PADRE, MASSIMO RANIERI

Adesso, i rapporti tra Cristiana Calone e suo padre, Massimo Ranieri, sono a dir poco idilliaci: l’artista è un padre decisamente presente ed è anche un nonno attento al nipote, nato nel 2011. Cristiana ha ormai perdonato il genitore: “Sono sicura che lui mi ama, perché siamo uguali”, ha asserito, rivelando poi come Ranieri si faccia carico anche del pagamento delle mensilità dell’affitto dell’abitazione nella quale la donna risiede insieme al figlio (non si sa nulla circa la sua vita sentimentale). Oltretutto, Cristiana Calone ha preso in tutto e per tutto dal papà, dal momento che anche lei è una cantante e nel 2014 è uscito il suo primo singolo, in collaborazione con Lusya Claudia. Ulteriori retroscena sul suo passato si trovano nel libro autobiografico scritto dalla mamma, Franchina Sebastiani, nel quale sono contenuti i dettagli della sua relazione con Massimo Ranieri e al tentativo di suicidio risalente alla fine della sua storia d’amore con il padre di sua figlia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA