INFLUENZA A/ Bollettino del Ministero: ecco gli aggiornamenti al 4 novembre 2009 sulla H1N1 o “febbre suina”

- La Redazione

Presentiamo i dati forniti dal Ministero della Salute sul monitoraggio dell’epidemia influenzale H1N1 aggiornati al 4 novembre 2009. Diffusione, decessi, vaccinazione, profilassi e infopoint

h1n1R375_16set09

L’incidenza dell’influenza A è pari allo 0,9 per cento della popolazione durante la 44ma settimana dell’anno (26 ottobre – 1° novembre), in base al nuovo rapporto settimanale del sistema di sorveglianza Influnet. La percentuale delle vittime correlate all’influenza A è lo 0,002 per cento dei malati contro lo 0,2 per cento dei decessi correlati alla normale influenza, cioè 100 volte inferiore.

Decessi

Oggi a Roma sono deceduti un uomo di 59 anni e una ragazza di 18 anni, entrambi con fattori di rischio. Al 4 novembre 2009, si registrano complessivamente 21 morti. Tutti, tranne uno, presentavano patologie preesistenti. Per un caso sono ancora in corso gli accertamenti.

 

Vaccinazione della popolazione

 

Distribuzione

 

Continua la distribuzione dei vaccini alla Regioni, iniziata il 12 ottobre. Con la terza distribuzione, che si concluderà nel fine settimana saranno distribuite alle Regioni complessivamente quasi 2,5 milioni di dosi.

Ricordiamo che il Ministero, in base a quanto comunicato dall’azienda produttrice del vaccino pandemico sulla disponibilità delle dosi, ha predisposto un piano di distribuzione dettagliato per Regioni fino al 20 novembre 2009. In particolare il piano prevede che entro la fine di novembre le Regioni avranno ricevuto complessivamente 3.739.351 dosi di vaccino in vari tipi di confezionamento.

 

Vaccinati

 

In base ai dati pervenuti all’Istituto superiore di sanità sono state vaccinate al 1° novembre oltre 41 mila persone. In particolare le Regioni sono state sollecitate a vaccinare con la maggiore rapidità le donne al secondo e terzo trimestre di gravidanza e i soggetti dai 6 mesi ai 64 anni appartenenti alle categorie a rischio per patologie preesistenti, con priorità assoluta per i bambini.

 

 

 

Azioni di governo

 

L’Organizzazione mondiale di sanità l’11 giugno 2009 ha dichiarato lo stato di pandemia influenzale con il passaggio alla fase di massima allerta.

La pandemia è causata da un nuovo virus influenzale A/H1N1 che si è diffuso da marzo 2009 a partire dal Messico in tutto il mondo.

Il Governo ha immediatamente assunto tutte le misure per fronteggiare la pandemia influenzale e tutelare la salute dei cittadini.

Il Ministero ha istituito il 24 aprile un’apposita Unità di Crisi presieduta dal Viceministro Ferruccio Fazio.

 

Info

 

Tutte le informazioni sull’azione di governo, le domande e le risposte più frequenti, le nome e i documenti utili per gli operatori su www.ministerosalute.it, giochi e test interattivi per conoscere e combattere meglio il virus A/H1N1 al sito www.fermailvirus.it.

Informazioni anche via telefono chiamando il Call center 1500 del Ministero, attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.00 alle 18.00

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori