ALLUVIONE PISA/ Alluvione nel pisano e nei pressi di Lucca, ora si teme l’esondazione del lago

- La Redazione

Dopo l’esondazione del fiume Serchio nelle campagne toscane si teme ora che rompa i propri argini anche il lago Massaciuccoli ALL’INTERNO IL VIDEO

Alluvione nel Pisano. Alluvione nella Lucchesia. Alluvioni causate dal fiume Serchio i cui argini si sono rotti dopo le abbondanti nevicate, lo scioglimento dei ghiacci e le incessanti piogge. L’alluvione intorno alle zone di Pisa e Lucca era praticamente inevitabile. Una breccia apertasi nei pressi della valle di Nodica intorno alle ore 9.00 di questa mattina ha fatto sì che si allagassero le pianure e i campi circostanti, la campagna fra Migliarino e la zona industriale della Traversagna. Ma anche l’autostrada A11 che è stata immediatamente chiusa al traffico intorno alle ore 10.00 del mattino nei pressi della barriera Pisa Nord.

L’acqua ha raggiunto anche molte case nelle zone colpite. Parecchi elicotteri della protezione civile sono ancora in volo per monitorare l’aera e prestare soccorso a qualche decina di sfollati inerpicatisi presso i tetti delle abitazioni. Ora si teme per una possibile esondazione anche del lago Massaciuccoli che potrebbe avvenire nelle prossime ore mettendo a rischio la Bufalina e la Burlamacca che lo collegano al mare nei pressi di Viareggio. «Contiamo danni per alcune decine di milioni di euro. Quello che ci è capitato non solo non era prevedibile, ma è stato assai piu grave di quanto avevamo previsto. Sott’acqua è finita praticamente tutta la zona industriale del nostro Comune», ha dichiarato Rodolfo Pardini, il sindaco di Vecchiano, uno dei paesi colpiti dall’alluvione.

 

VAI AL VIDEO, CLICCA SUL SIMBOLO ">>" QUI SOTTO

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori