INFLUENZA A/ Salta la tradizione del bacio alla teca di San Gennaro

- La Redazione

Il prossimo 19 settembre, la teca che contiene le ampolle con il sangue di San Gennaro non potrà essere baciata – come tradizione – dai fedeli

Il prossimo 19 settembre, la teca che contiene le ampolle con il sangue di San Gennaro, la cui miracolosa liquefazione avviene a Napoli almeno due volte l’anno, non potrà essere baciata – come tradizione – dai fedeli. La decisione è stata presa dalla Deputazione della Cappella del tesoro di San Gennaro, in seguito al timore del diffondorsi del virus dell’influenza A. Neppure le autorità, che per tradizione baciano la teca a miracolo avvenuto, a maggio e a settembre, potranno esprimere l’atto di devozione al Santo protettore della Città. Non è la prima volta che viene messo in atto un provvedimento del genere. La stessa decisione era stata assunta  negli anni del colera e quando ci fu l’allarme per l’influenza aviaria.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori