BERLUSCONI/ Operato alla mano sinistra per una forte infiammazione dei tendini

Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi è stato operato alla mano sinistra a causa di una forte tendinite

11.10.2010 - La Redazione
silviomanorottaR400

Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi è stato operato alla mano sinistra a causa di una forte tendinite

Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, è stato operato questa mattina all’Istituto Clinico Humanitas di Rozzano, vicino a Milano, alla mano sinistra. L’intervento è stato eseguito dall’equipe del dottor Alberto Lazzerini e si è reso necessario per una forte infiammazione dei tendini. Iniziato intorno alle 11.30, è durato circa un’ora. Il dottor Alberto Zangrillo, medico curante del premier, ha riferito che l’operazione è andata a buon fine e che la mano potrebbe riprendere funzionalità già da domenica. «Penso che dovrà riposare fino a domenica, un po’ per la riabilitazione, un po’ perché voglio ricordare che non ha fatto un giorno di vacanza. Per questo, per una settimana, non avrà impegni pubblici», ha dichiarato il medico.

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO 

 

Da giorni Berlusconi avvertiva un forte dolore alla mano, ma era fortemente indeciso sull’operazione dato che questa avrebbe implicato il ricovero. Pare fosse affetto dalla sindrome di De Quervain, una patologia piuttosto comuine che interessa in tendini del pollice. Di norma l’operazione viene praticata in anestesia locale, con un incisione di appena un paio di centimetri, con una riuscita quasi del 100 per cento. Il premier dovrebbe lasciare la clinica nelle prossime ore.

 

Leggi anche: CORRIERE DELLA SERA/ Formigoni: crisi del Pdl? Colpa di tutti. Lo strappo Berlusconi-Fini? Gestito male

 

Leggi anche: EDITORIA/ Via libera al decreto sulle tariffe postali agevolate per l’editoria



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori