TERZIGNO/ Bertolaso: “Niente discarica ma basta proteste”. Ancora scontri nella notte

- La Redazione

Raggiunto il compromesso tra governo e manifestanti anti discarica ma cisono ancora scontri

Terzigno_ScontriR400

Guido Bertolaso lancia la proposta di pace: congelare la discarica di Cava Vitiello a Terzigno. E’ una proposta di pace quella del capo della protezione civile che vuole interrompere gli scontri in atto da giorni.

Scontri che si sono verificati anche questa notte. Guido Bertolaso chiederà al Parlamento di togliere il sito da quelli previsti con la legge del 2008. E’quanto è uscito fuori dal vertice in prefettura a Napoli tra Bertolaso e i sindaci dell’area interessata. Vittoria dei manifestanti anti discarica? Mica tanto perché c’è ancora una parte di essi che si lamenta. Vogliono che sia chiusa anche la discarica di Cava Sari.

Per Bertolaso comunque c’è una sola condizione per la sua protesta: che cessi immediatamente ogni protesta: «Non andiamo in alcun modo a creare problemi nelle altre discariche e nelle altre province Abbiamo un termovalorizzatore, quello di Acerra, che funziona ed è in grado di ricevere tutto quello che viene prodotto nell’ambito della provincia di Napoli» ha detto.

Il governatore della Campania è fiducioso: «Aspettiamo nel rispetto delle decisioni che si prenderanno». Ieri notte comunque ancora scontri. Attorno alla rotonda Panoramica lanci di petardi e lacrimogeni. Gruppi composti da ragazzi molto giovani hanno cercato di attaccar le forze dell’ordine e queste hanno risposto con piccole cariche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori