SARAH SCAZZI/ Svolta nelle indagini: tra i reperti del Ris la corda dell’omicidio

- La Redazione

Forse recuperata la corda con cui è stata strozzata Sarah Scazzi

sarahscazzi_sabrinaR400
Foto Ansa

Ieri tra i reperti esaminati dai Ris di Roma ci sarebbe anche l’arma del delitto, la corda “grigia” con cui Michele Misseri avrebbe strozzato Sarah Scazzi. La notizia non è però stata resa ufficiale: “Ci sono una serie di reperti che possono essere esaminati anche per capire se ci può essere l’arma del delitto” ha detto il generale Garofalo.

Ma secondo alcune voci la corda – che sarebbe stata ritrovata in casa dei Misseri durante uno dei sopralluoghi dei carabinieri – era tra gli oggetti esaminati dai Ris, elemento importantissmo sottoposto al test del dna per trovare eventuali tracce di Sarah e dei suoi assassini presunti, Sabrina Misseri e Michele. E’ stato sottoposto agli esami dei Ris anche il telefonino di Sarah. Intanto si è saputo che venerdì scorso Valentina è riuscita a vedere il padre per la prima volta da quando si trova in carcere.

Questo quanto è stato riportato del loro incontro: «Anche dopo quello che hai fatto non ti abbiamo dimenticato» gli ha detto con un breve abbraccio, «ma papà ti prego, devi dire la verità». Valentina ha poi detto alla madre che il padre è in evidente stato confusionale. Valentina e Cosima Misseri sperano che l’uomo si decida a scagionare la figlia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori