FINANZIARIA/ Tremonti tenta la mediazione. Oggi il maxi-emendamento

- La Redazione

Tremonti vede i capigruppo della maggioranza per trovare una mediazione che non scontenti troppi ministri.

Tremonti_AtrejuR400

Tremonti vede i capigruppo della maggioranza per trovare una mediazione che non scontenti troppi ministri.

Servono 7 miliardi di euro, in finanziaria ma, al momento, ce ne sono solo 5. E mentre Tremonti si vede con i capigruppo della maggioranza per mediare e trovare una soluzione che non scontenti troppi ministri, acuendo la crisi in atto nel governo, è chiaro a tutti che mancano le risorse necessarie per fronteggiare spese fondamentali, dal punto di vista politico, come gli ammortizzatori sociali, le missioni di pace o la detassazione dei salari. In ogni caso, i 5 miliardi deriverebbero per la metà dall’asta delle frequenze tv, 1 miliardo dalla stretta sui giochi illegali, mentre uno e mezzo dal “fondone” di Palazzo Chigi.

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO 

 

«Bisognerà – ha spiegato il capogruppo del Pdl alla Camera, Fabrizio Cicchitto – dare risposte anche sulla scuola, i beni culturali, alcuni aspetti delle politiche agricole e altre questioni che riguardano l ’ambiente». In tal senso, oggi il ministero dell’Economia prenderà in considerazione le richieste dei vari gruppi parlamentari e oggi stesso potrebbe essere presentato alla Camera il maxiemendamento per modificare la legge di Stabilità. Se in Commissione bilancio si troverà un accordo sul testo, il ministro Tremonti ha comunicato che il governo è disponibile a porre il voto di fiducia in Aula la settimana prossima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori